Istante Previo, dialogando con Luciano Matus

0 386

Giovedì 17 maggio, alle ore 19, allo Spazio Pifferi in via Diaz 58 a Como, si terrà Istante Previo, una conversazione aperta con l’artista messicano Luciano Matus, organizzata dall’Accademia di belle arti Aldo GalliIed, Istituto Europeo di Design, in collaborazione con l’associazione COstruiaMO.

Sole e Luna, Reale e Virtuale, Potenza e Azione saranno alcuni dei temi che guideranno il dialogo tra l’artista, Francesco Pusterla (architetto e Coordinatore del corso di Furniture Design di Ied Como) e il pubblico che parteciperà all’evento.


Matus, nato nel 1971 a Città del Messico, ha studiato all’università Ibero Americana ed è stato il primo borsista latino americano alla Reale Accademia di Spagna a Roma. Si esprime con interventi effimeri che dialogano con l’architettura ed il suo contesto storico, sviluppati principalmente in America Latina (Guatemala, Colombia, Perù, Paraguay, Venezuela, Ecuador, Cile) ma anche in Spagna, Stati Uniti ed India e, recentemente, anche in Italia, nel 2016, con un iconico intervento a Roma nel tempietto di Bramante. Attraverso fili metallici, magneti e luci creano tracce che sottolineano e reinterpretano gli spazi e l’architettura, ragnatele che si attraggono senza mai toccarsi, lette come metafore delle molteplici possibilità dello spazio architettonico.

Le forme primarie dell’architettura, i tipi architettonici migrati oltreoceano, sono interpretati da Matus come occasione per una più approfondita esplorazione delle invarianti e degli elementi costanti delle diverse espressioni artistiche ed architettoniche della cultura coloniale spagnola e di quelle indigene, mostrando come tutti i fenomeni alla fine siano legati da un unico filo segreto che li rende unici in virtù della loro appartenenza a famiglie di forme costanti, immutabili perché eternamente variabili. Il suo lavoro è documentato attraverso foto e testi, e talvolta con modelli fisici, materiali esposti e collezionati in numerose mostre internazionali.

Ingresso libero.

Lascia un commento