150 anni di Setificio con arte, musica e iniziative

150-anni-di-setificio-con-arte-musica-e-iniziative
0 686

Arte, musica, letture, proiezioni e visite guidate. Il Setificio, all’interno degli eventi per i suoi 150 anni, ha deciso d’organizzare una notte bianca sabat 29 settembre, aprendo le sue porte alla città. Non solo una buona “scusa” per festeggiare bensì un’occasione per sottolineare il legame fra la scuola e Como. «Il senso – spiega il preside Roberto Peverelli – è quello di organizzare una festa e, al contempo, ricordare e rendere visibile il ruolo dell’istituto per il territorio. Saranno aperti e visitabili i nostri laboratori principali e, accanto a questo, ci saranno anche performance artistiche. In questo modo, il Carcano si lega all’aspetto industriale, in particolare tessile, chimico, grafico, e a quello creativo del Co- masco». L’ingresso è libero e si inizia alle 20: saranno visibili due opere tessili Ali e Ragno realizzate dall’artista comasco Benny Posca.

ester-maria-negretti-apre-il-suo-nuovo-atelier

Ester Maria Negretti

Per le attività specifiche, si comincerà con i racconti per i bambini a cura delle ex allieve del Setificio, Pia Mazza e Cristina Quadrio, del gruppo Fata Morgana. A seguire, letture itineranti con accompagnamento musicale eseguiti da Gabriella Bianchini e del duo di violoncelli di Cristina Ferrari e Sergio Faifer. Dopo il concerto dei Five Quarters, alle 23 ci sarà la performance di Afran, noto artista camerunense e autore di importanti mostre, per esempio in Triennale a Milano. Saranno esposte tele e dipinti di un’altra ex allieva del Setificio, l’artista comasca Ester Negretti.

Five Quarters

Durante la serata si avvicenderanno gruppi di giovani musicisti. Inoltre, ci saranno i progetti e gli elaborati degli alunni e, dalle 20 alle 23, sarà possibile visitare la scuola e i suoi laboratori accompagnati dagli studenti. Sono previste proiezioni di film a cura dell’associazione Olmo. Il programma di tutte le iniziative per l’anniversario è stato attivato da un gruppo di lavoro composto dal preside Peverelli insieme con vari docenti, l’associazione Ex Allievi del Setificio, la fondazione Setificio e il Museo della Seta, in collaborazione con la filiera tessile di Unindustria, il settore moda di Confartigianato, l’associazione italiana disegnatori tessili e la Camera di Commercio.

I prossimi eventi aperti al pubblico sono previsti il 6 ottobre, con la passeggiata La seta fa scuola, e il 3 novembre con la mostra fotografica in san Pietro in Atrio.

Lascia un commento