Visages villages: la nuova Francia di Agnès Varda e Jr

visages-villages-la-nuova-francia-di-agnes-varda-e-jr
0 533

Proiezione unica, venerdì 30 marzo allo Spazio Gloria, Circolo Arci Xanadù in via Varesina 72 per il film Visages villages di e con Agnès Varda e JR, street photographer. Il lungometraggio ha vinto il premio come miglior documentario al Festival di Cannes. Inizio proiezione ore 21, ingresso a 5 euro.

Visages villages è un documentario diretto a quattro mani dalla regista e nota autrice di Cléo Agnès Varda e dallo street photographer indipendente JR, che opera al di fuori dei centri artistici convenzionali e dei musei. I due si incontrano per un progetto fuori dagli schemi che reinventa il documentario on the road nel tentativo di mostrare in nuove vesti la Francia contemporanea. Testimoni di generazioni agli antipodi e profondamente diversi tra loro, i due artisti e amici decidono di affrontare un lungo viaggio nella Francia rurale, villaggio per villaggio e campagna per campagna, incontrando una grandissima varietà di paesaggi e persone, alla scoperta di un quasi dimenticato rapporto con la natura e il territorio; una novità per JR – impegnato da sempre nell’ambito urbano – e un ritorno alle origini per Varda, star della Nouvelle Vogue. Muovendosi imperterriti e instancabili dalle spiagge di Normandia agli straordinari villaggi della Provenza e indagando i sui panorami profondamente agricoli.

Jr e Agnès Varda

I due protagonisti di Visages villages intessono relazioni, scoprono volti, riprendono tradizioni appartenenti a un mondo operaio e contadino, partecipando a un’esistenza che quasi scompare sotto il peso di cemento delle grandi città industrializzate. In questi posti JR e Agnès Varda lasciano di sé installazioni artistiche che indicano il passaggio e il legame tra moderno e pastorale, quotidianità mondana e proletaria e raccolgono una galleria d’immagini, d’impressioni e di storie tanto variegate quanto reali; tali da rendere l’opera estremamente viva e commovente. Nel frattempo gli artisti s’interrogano costantemente sul significato della loro opera e decidono di fare dono del proprio talento agli inconsapevoli e anonimi protagonisti delle loro scoperte.

Ingresso a 5 euro.

Lascia un commento