The disaster artist per il Cinema di qualità di Arosio

the-disaser-artist-ai-lunedi-del-cinema
0 1308

Periodicamente qualche film si candida – o, meglio, anzi, peggio, viene candidato – al titolo di peggiore di tutta la storia del cinema. Sul migliore sono quasi tutti d’accordo: Quarto potere (Citizen Kane) di Orson Welles continua a torreggiare sui suoi predecessori e anche su tutti i lungomeraggi successivi nelle classifiche che vengono stilate anno dopo anno. Ma il peggiore? Per alcuni è Plan 9 from outer space, il filmaccio di Ed Wood che convinse Tim Burton a dedicare un biopic addolcito al tremendo regista e alla sua corte dei miracoli (e in una geniale scena i due mondi si incontrano quando Wood e Welles si conoscono in un bar condividendo la medesima visione del cinema e anche tutti i problemi produttivi). In realtà l’elenco è lungo e non bisogna pensare di incontrare solo dei B-movies. Ci sono anche pellicole ad alto budget come L’esorcista II – L’eretico o Superman IV, o pezzi d’autore come Finalmente arrivò l’amore di Peter Bogdanovich, I cancelli del cielo di Michael Cimino o Io, Caligola del nostro Tinto Brass (che, per la verità, ha fatto di molto peggio). Alla fine, però, ne resta sempre e solo uno: The room. Scritto, diretto e interpretato da tal Tommy Wiseau, animato da un amore profondo per il cinema, totalmente non corrisposto, è mal scritto, mal diretto e così mal recitato da risultare involontariamente esilarante per l’intera durata del lungometraggio che, da quindici anni, vive di un culto proprio, soprattutto tra i giovanissimi. Greg Sestero, coprotagonista di The room, ha scritto un libro, The disaster artist: my life inside The room, the greatest bad movie ever made che ha fornito lo spunto a James Franco per calarsi nei panni di Wiseau e realizzare un film sul film, naturalmente con l’eccellente prova d’attore che si richiede a chi deve far finta di recitare come un cane. Una performance candidata all’Oscar che la rassegna Cinema di qualità proporrà lunedì 21 maggio alle 21.15 al Cinelandia Arosio – Brianza.

The disaster artist (Usa, 2017, 104 minuti) di e con James Franco e con Dave Franco, Seth Rogen, Alison Brie e Ari Graynor
Greg è un aspirante attore, ancora incapace di lasciarsi andare, che rimane affascinato, durante una lezione, dalla libertà d’espressione e dalla carica emotiva di uno strano tizio di nome Tommy Wiseau. Greg diventa così il primo amico che Tommy abbia mai avuto e i due partono per cercare fortuna verso Los Angeles. Ma la fortuna è merce rara, e il sogno di fare cinema brucia dentro di loro, al punto che i due partoriscono l’idea folle di The room: un film scritto diretto interpretato e prodotto da Tommy, passato alla cronaca come il film più brutto della storia del cinema.

Ingresso a 5 euro.

Lascia un commento