Per amore di Zoe: il film sociale di Tognocchi per Diogene

per-amore-di-zoe-il-film-sociale-di-tognocchi-per-diogene
0 706

Sei giovani ragazze, la loro passione e il loro amore per la vita e per i propri familiari: questi i temi al centro del film/ documentario Per amore di Zoe, che verrà proposto martedì 18 dicembre alle 21 allo Spazio Gloria in via Varesina 72 a Rebbio, a ingresso libero in un evento speciale organizzato da Diogene, il settimanale dedicato al volontariato e al terzo settore in edicola tutti i martedì con La Provincia. Attraverso le storie delle persone, Diogene racconta ogni settimana la Como solidale. Per una sera – non a caso un martedì – il settimanale si apre alla città proprio per parlare di storie: quelle di sei studentesse, comasche a tutti gli effetti, tranne che per la burocrazia. Il direttore del quotidiano Diego Minonzio, il regista Dario Tognocchi, il preside del liceo Ciceri Nicola D’Antonio e tanti altri ospiti si confronteranno con le ragazze protagoniste del film e sui temi trattati nel documentario.

Realizzato dal regista Dario Tognocchi con una troupe composta da pensionati e studenti, il progetto – a cura della Cgil di Como – è la conclusione di un lavoro di tre anni che ha visto la collaborazione con le scuole della Lombardia. Il nome del titolo – Zoe – riporta a quello con cui Aristotele distingueva la “vita nuda” dalla vita civile e politica delle persone (Bios). Proprio la vita e la condizione di chi, per cultura e per orgoglio, oggi vive da cittadino italiano senza cittadinanza, per via dei documenti che non lo riconoscono come tale, è al centro del film, che narra una storia vera.

Dario Tognocchi

La protagonista è una ragazza nata in Germania da madre russa e da padre tamil e che oggi studia e vive in una piccola città di provincia del nord Italia. La ragazza si chiama Nalini e ha 17 anni, Insieme alle sue compagne di classe, (frequenta il liceo Ciceri di Como) ha deciso di affrontare e raccontare la condizione che le accomuna tutte: italiane senza cittadinanza, attraverso una ricerca fotografica.

La serata è anche l’occasione per incontrare, oltre al mondo della scuola, anche quel pianeta fatto di storie meravigliose che è il volontariato e il terzo settore. Tutte le associazioni, le onlus, le cooperative e ovviamente tutte le persone che lo vorranno saranno le benvenute.

Lascia un commento