Il Terzo Segreto di Satira a Como

0 753

«Siamo nati come gruppo nel 2011, in epoca berlusconiana, che per chi fa satira equivale in pratica a un’età dell’oro, poi nel 2012 col passaggio a Monti abbiamo quasi rischiato di scioglierci, ma siamo contenti di aver tenuto duro». Non si prendono troppo sul serio i ragazzi de Il Terzo Segreto di Satira, un gruppo di amici che partendo da piccoli sketch a sfondo politico su YouTube pensati sui banchi della Civica di Cinema, Televisione e Nuovi Media di Milano, è arrivato questo 10 maggio a debuttare nelle sale con il lungometraggio Si muore tutti democristiani.

Andrea Mazzarella, Renato Avallone, Davide Rossi e Walter Leonardi

Venerdì sera, i registi Andrea Mazzarella e Davide Rossi, insieme agli attori Walter Leonardi e Renato Avallone, ne hanno discusso nell’entropica cornice dell’Ostello Bello di Como, in compagnia del giornalista de La Provincia Alessio Brunialti.

L’incontro all’Ostello Bello Lake Como Hostel

Un’opera corale, ci tengono a ricordare i registi, che ha visto al loro esordio sul grande schermo cinquanta attori, di cui numerosi già facenti parte del nucleo che negli anni è comparso negli oltre cento corti realizzati dal gruppo. Non sono mancati momenti emozionanti anche per chi, come Leonardi, sui palchi dei teatri e nelle sale dei cinema è habituè già da anni: «Finalmente sono riuscito a girare una scena con Cochi Ponzoni, che per me è ciò che più si avvicina a Dio – racconta – In più in quel frangente interpreta mio padre, quindi recitare con lui mi ha dato la stessa sensazione di un passaggio di testimone».

Marco Ripoldi aleggia sul Terzo Segreto di Satira

Nella pellicola, i tre protagonisti, Stefano (Marco Ripoldi), Fabrizio (Massimiliano Loizzi) ed Enrico (Walter Leonardi), fondatori di una piccola casa di produzione, devono decidere se accettare soldi sporchi, fare carriera e stravolgere i loro princìpi o rifiutare il denaro e rimanere eterni outsider. Fra videoclip esemplificativi del loro lavoro e sana improvvisazione, registi e attori non faticano a lasciar trapelare lo spirito che attraversa il film.

Walter Leonardi invita tutti al cinema per Si muore tutti democristiani

Il loro senso dell’umorismo mette d’accordo proprio tutti: «Persino Il Giornale ci ha recensito positivamente, il che forse non va a nostro vantaggio – scherza Mazzarella, mentre Rossi rincara la dose – Il commento che abbiamo ricevuto più diffusamente è stato “Molto meglio di quel che mi aspettavo”, forse non è del tutto lusinghiero ma si porta a casa quel che si può». Feedback meritati, per un’opera prima che supera a pieni voti il test del passaggio dal web al cinema, anche grazie a sponsor d’eccezione: «In sostanza Pier Ferdinando Casini si è ostinato a voler assistere a una proiezione, salvo rimanere deluso vedendo che di democristiani nel film non si parla affatto – racconta Avallone – Per lui mi spiace, ma a noi in qualche modo ha dato un ritorno di immagine».

Il Terzo segreto di Satira a Cinelandia

Fedeli alla causa fino alla fine, i quattro si sono poi trasferiti a Cinelandia per vedere «per l’86ª volta» il loro lavoro in compagnia dei fan, a degna conclusione di una serata all’insegna di uno strettissimo contatto col pubblico.

Prima dell’86ª visione del film

(Foto di Carlo Pozzoni)

Lascia un commento