Arriva al cinema 6 meglio di me, il film con Stefano Dragone

arriva-al-cinema-6-meglio-di-me-il-film-con-stefano-dragone
0 557

Venerdì 9 novembre alle 21 lo Spazio Gloria ospiterà la prima nazionale del film 6 meglio di me: scritta e diretta da Luca Solina, la commedia ha come protagonista Stefano Dragone (attore e formatore comasco noto in città e non solo), nei panni di Renato, trentenne in crisi che, anche grazie ai rapporti con le “sue” sei donne (la coinquilina, la terapista, la sua ex, sua figlia, una collega e una ragazza conosciuta su Tinder), darà una svolta alla sua vita. Con lui le bravissime Daniela Delle Cave, Marial Bajma-Riva, Giovanna Cappuccio, Roberta De Santis (nella foto in alto con Stefano), Chiara Serangeli, Cecilia Campani.

6 MEGLIO DI ME – Trailer Ufficiale (2018)

6 MEGLIO DI ME – Trailer Ufficiale (2018)Il nuovo film di Luca SolinaANTEPRIMA NAZIONALE 9 NOVEMBRE 2018 – Cinema Gloria – COMOcon Stefano Dragone, Roberta De Santis, Daniela Delle Cave, Giovanna Cappuccio, Marial Bajma-Riva, Chiara Serangeli, Cecilia Campaniuna produzione Luca Solina e Raptor Sound

Pubblicato da 6 Meglio di Me – film su Giovedì 18 ottobre 2018

Cosa ti ha dato, in termini di recitazione, un cast tutto al femminile?

Premetto che ho tre donne in casa, insegno da più di dieci anni in corsi di teatro, di formazione e di crescita personale, dove l’80% dei partecipanti sono donne. Quindi sia la mia vita personale che professionale ha a che fare quotidianamente con il “gentil sesso” e di questo sono estremamente grato. Quando si tratta di lavoro, sia sul palco che sul set mi trovo molto a mia agio a lavorare principalmente con le donne e anche questo film non fa eccezione. Le attrici che hanno lavorato con me sono tutte molto brave, ci hanno messo passione e impegno e stare sul set con loro ha reso le ore di lavoro (a volte anche 10 al giorno) molto più godibili. Interpretare un unico personaggio che deve rapportarsi con sei figure femminili così diverse mi ha permesso di poterlo approfondire meglio e di potergli far fare esperienze forti; che per un attore sono manna dal cielo. In un periodo poi dove, specialmente nel cinema, la figura femminile viene associata a scandali e soprusi, mi sembra importante esaltare la figura della donna, cha ha tutto il diritto di esprimere la propria femminilità e forza senza cadere nei soliti cliché. Il personaggio principale è Renato, ma le vere protagoniste sono proprio le donne.

Le donne del tuo personaggio sono davvero “meglio di lui”? In che cosa?

Ovviamente il titolo è un gioco di parole ma esprime perfettamente la situazione in cui Renato (il mio personaggio) si trova all’inizio della storia. È un trentenne che scrive canzoni in piena crisi di ispirazione; non ha una vita sociale, deve per forza risollevare la sua carriera che vive un momento buio e, manco a dirlo, ha dei rapporti disastrosi con il genere femminile. Ma sarà proprio grazie agli incontri, o sarebbe meglio dire agli scontri, con queste sei donne che riuscirà a rinascere, come dice il nome stesso. In questo sono meglio di lui, perché lo aiutano, volontariamente o meno, a confrontarsi con i propri limiti e quindi a superarli. Ci sono rapporti difficili che dovrà ricucire e rapporti logori che se ne andranno per lasciare spazio e nuove esperienze. Come sempre il cambiamento è responsabilità della persona stessa e di nessun altro, ma avere attorno persone che ti spronano è sicuramente utile. C’è poi un donna particolarmente importare per Renato alla quale lui stesso dirà: “sei il meglio di me” ma… odio gli spoiler quindi mi fermo qui.

Stefano Dragone e Cecilia Campani in una scena del film

 Venerdì allo Spazio Gloria si terrà la prima del tuo film: qual’è la sensazione prevalente che questo evento porta con sé?

Como è la mia città e, oltre a essere stata set del film, sarà anche il luogo della prima nazionale. Per me ha una valenza emotiva enorme perché venerdì il cinema sarà pieno di amici, parenti, colleghi, conoscenti, allievi, ex compagni di scuola, collaboratori, e quindi non c’è solo un coinvolgimento professionale ma anche personale. In questo lavoro ci si mette letteralmente la faccia, e quando la tua faccia è larga quattro metri su uno schermo cinematografico sei davvero esposto, e a differenza del teatro, dove puoi migliorare a ogni replica, al cinema quel che fatto è fatto. Il lavoro degli artisti finisce e si passa la palla al pubblico. Il fatto che il primo pubblico sia proprio quello comasco mi rende molto felice. Per non dire pieno di ansia da giorni; ma anche questo fa parte del gioco.

Con tutto il gruppo state già lavorando alla promozione: quali sono gli appuntamento già in programma?

Dopo Como il film viaggerà anche durante il 2019 in tutta Italia, dove la produzione sta organizzando diverse serate per farlo conoscere e raccogliere il riscontro diretto del pubblico. Il prossimo appuntamento sarà a Milano, venerdì 16 novembre alle 21 al Cinema Rosetum (MM1 Gambara), poi andremo a Roma, Taranto, Napoli, Firenze e altre città. Per chi fosse interessato a seguire la carovana terremo aggiornata la pagina Facebook: 6megliodimefilm.

Lascia un commento