Ciakkare 2018: ecco tutti i premiati

0 1143

Non capita spesso di avvertire così tanta partecipazione in una sala cinematografica, manifestata attraverso applausi e parole di apprezzamento rivolte a registi e attori. È successo venerdì 1° giugno nell’ultima fase della premiazione del concorso Ciakkare, quando sono stati proiettati sul grande schermo dell’Uci Cinemas di Montano Lucino i video dei vincitori della decima edizione del concorso.

La visione “panoramica”, ha confermato la sensazione che già si era avuta guardandoli sui computer: la qualità dei “corti” in gara cresce proporzionalmente a quella dei mezzi tecnici a disposizione (i telefonini, in primis, ma ormai anche tablet e videocamere, perché la differenza non è più palpabile).

Pietro Berra, con l’assessore Marco Galli e Alessio Sala Tenna della Fondazione provinciale della comunità Comasca

È toccato a Pietro Berra, giornalista de La Provincia e coordinatore del concorso fin dalla prima edizione, “dare i numeri”: 103 video in gara (terzo miglior risultato di sempre), di cui 43 sul tema L’ambiente siamo noi e 60 per l’altra sezione Un lago da film; nel complesso hanno fatto registrare 28.043 visualizzazioni su BiBazz su cui il pubblico li ha potuti vedere e votare; nel complesso hanno ricevuto 1.246 preferenze.


Sezione L’ambiente siamo noi

Il percorso qualunque di Paolo Gelfini (Centro studi Casnati, classe 3a A) con 103 voti
Natural time di Gabriele Garanzelli (Casnati, 3a A), 71 voti
La natura siamo noi di Alessandro Colombo (Ipia Da Vinci-Ripamonti, 1aPB), 65 voti
The hidden lake di Francesca Leoni (Casnati, 4a A), 50 voti
Manca di Elisa Locascio (Casnati, 4a A), 41 voti
Ricordi di una città abbandonata di Annalisa Belino (Casnati, 4a A), 27 voti
L’uomo è il suo ambiente di Josè Luis Prestigiovanni (Casnati, 3a A), 27 voti
L’ambiente siamo noi di Loren Lombardi (Casnati, 4a A), 22 voti
L’acqua è ambiente di Simone Brenna (Ipia Da Vinci-Ripamonti, 2a PB), 16 voti
10° Preservare è meglio di Samuele Rosi (Ipia Da Vinci-Ripamonti) 1aPA, 5 voti


Sezione Un lago da film

Uno specchio d’acqua su cui ballare di Alice Pianigiani (Liceo Volta, 2a SB), 182 voti
Al pensiero di te di Niccolò Odorico (Casnati, 3aA), 152 voti
ArtMovieLake di Sabrina de Picciotto e Martina Pani (Casnati, 3a A), 148 voti
Respiro sospeso di Nina Mantero ed Enrico Toschi (Casnati, 3a A), 118 voti
La maledizione della bottiglia di Davide Pianelli (Ipia Da Vinci-Ripamonti, 1a PB), 58 voti
The truth about Como di Mara Garofoli (Casnati 3aA), 40 voti
Lost di Alice Balzarotti (Casnati, 4a A), 25 voti
Daisy di Rebecca Briancesco (Casnati, 4a A), 25 voti
Malinké di Samuel Saibeni (Fondazione G. Castellini, 3a GAV) 23 voti
10° A happy day on the lake (Kinda) di Arianna Sartorelli (Casnati, 3aA), 23 voti


Premi della critica

Max De Ponti (a destra) premia Pietro Ferrario per la miglior sceneggiatura

Due riconoscimenti sono stati assegnati anche dalla giurita tecnica: miglior montaggio a Roberto Drago (Ripamonti) per Il purificatore e miglior sceneggiatura a Pietro Ferrario (Ripamonti) per Blind love, consegnati dal filmaker Max De Ponti. L’obiettivo con cui Ciakkare era nato 10 anni fa – stimolare un uso creativo dei cellulari e, di coseguenza, prevenire il videobullismo – si conferma valido.

Max De Ponti (a destra) premia Roberto Drago per il miglior montaggio


Premi speciali

Alessio Brunialti e Pietro Berra premiano Alice Sangianini (ritira la sorella Ambra Sangianini)

Oltre ai premi della critica e del pubblico, non sono mancati i premi speciali. Quello di più antica tradizione, assegnato fin dal 2008, è il riconoscimento messo in palio da La Provincia per il video più giornalistico: una videocamera. Quest’anno l’ha vinto Alice Sangianini della classe 3a PA dell’Istituto Da Vinci – Ripamonti con Val di Mello. «Il video di Alice Sangianini – recita la motivazione – si presenta come un sintetico, ma completo, servizio di un telegiornale regionale. Si apre con una efficace carrellata di immagini che mostrano la bellezza della Val di Mello e poi, attraverso l’intervista a un esercente del luogo, vengono indagati anche i lati negativi, in particolare la mancanza di cura di turisti e gitanti nei confronti dell’ambiente, confermata da altre circostanziate immagini, che mostrano i rifiuti abbandonati». Ha ritirato il premio, consegnato da Pietro Berra e Alessio Brunialti, la sorella della giovane regista, Ambra Sangianini.

Iris Fantinato premia Samuel Saibene

Un altro premio l’ha assegnato la Team Lingue International House, nella persona di Iris Fantinato, a Samuel Saibene della Fondazione Castellini per il video Malinké, che persegue l’apertura ad altre culture comune alla scuola di lingue. Infine, menzione speciale per Sulla panchina del parco di Samuele La Scala (Ripamonti), autore d’un «gioco postmoderno, tra realtà e rappresentazione».

Menzione speciale a Samuele La Scala

Come sempre, Ciakkare è stato promosso da La Provincia, rappresentata in sala anche da Alessio Brunialti, e dall’agenzia di comunicazione Slogan (per la quale si sono avvicendati a premiare i ragazzi Carlo Cairoli e Soraya Catalano) con un numero crescente di partner istituzionali (il Comune di Como, intervenuto sul palco con l’assessore alle politiche giovanili Marco Galli; Fondazione provinciale della comunità comasca, presente con Alessio Sala Tenna, e Lombardia film commission) sostenitori privati (Uci Cinemas Como, McDonald’s Como e Tavernola, Team Lingue International House), associazioni, blog e progetti che si occupano di cinema e territorio (Olo Creative Farm, Stanze di cinema, Sentiero dei sogni e Passeggiate creative).


Le classifiche

Sezione L’ambiente siamo noi

Sezione Un lago da film

(Foto di Andrea Butti)

Lascia un commento