Ombre e luci nell’Arena con Evolution Dance Theater

0 512

Corpi sinuosi e apparentemente privi di peso, come potessero prendersi gioco della forza di gravità. E in più, un sofisticatissimo concentrato di tecnologia, fatto di luci ipnotiche, di effetti speciali seducenti, di colori che segnano ed enfatizzano i movimenti e le geometrie, trasformando la realtà, per portarci in un mondo da fiaba 2.0. Era tutto questo lo spettacolo Black & light. The best of Evolution”, messo in scena sabato 16 luglio nell’Arena del Teatro Sociale di Como. Dopo la magica serata con Eleonora Abbagnato e la “sua” Carmen, piena di sentimento e passione, la danza ha fatto di nuovo la sua comparsa nel calendario del Festival Como Città della Musica. Questa volta, però, gli organizzatori hanno scelto per il pubblico, folto e di ogni età. Non un titolo del repertorio classico, ma una coreografia contemporanea, di taglio altamente spettacolare.

url

Protagonisti erano i danzatori della compagnia Evolution Dance Theater, guidata da Anthony Heinl. Sue le coreografie interpretate dai ballerini, che sono anche un po’ attori e soprattutto dei bravissimi ginnasti. Seguendo una linea evolutiva che porta la danza a contaminarsi con altri generi, Heinl ha realizzato uno spettacolo davvero d’impatto, per emozionare ancora una volta, la platea del Festival. Innumerevoli erano le performances acrobatiche dei danzatori ed effetti speciali come video art e artifici scenici, dal black light theater, alle ombre cromatiche, fino a leggiadri voli aerei e la tecnologia del Light Wall. Tutti hanno seguito, senza perdere una scena, la prova della compagnia e tanti sono stati gli applausi, anche a scena aperta. L’ennesimo successo, dunque, per la grande manifestazione estiva organizzata da Teatro Sociale di Como – Aslico, in collaborazione con i Palchettisti.

Lascia un commento