Molto rumore per… Shakespeare

0 615

Una tragicommedia ambientata a Messina, in cui l’elemento giocoso si fonde a quello tragico e propriamente drammatico. Il cast è composto da soli uomini, come erano le rappresentazioni dell’epoca. È un allestimento davvero unico di Molto rumore per nulla.

In scena al Teatro San Teodoro di Cantù venerdì 22 aprile.

Regia di Laura Pasetti. Con Jacopo Fracasso, Ulisse Romanò, Massimo Leonardo Villucci, Simon Waldvogel e Massimiliano Zampetti

Davvero Shakespeare come non l’avete mai visto grazie a questa produzione di Cambusa Teatro di Locarno inserita nell’ambito delle giornate organizzate in collaborazione con il Teatro Sociale per i 400 anni dalla scomparsa del grande drammaturgo inglese.

In questa versione si sottolineerà la visione molto virile dei sentimenti e dell’amore, portando gli attori a marcare spudoratamente con l’ironia la storia, come se fosse raccontata da uomini in un club di soli uomini. Una confessione tutta maschile dove si può giocare a prendere in giro le donne perché tanto non ci sono; dove nella farsa si risolvono le proprie frustrazioni e nel travestimento le proprie paure. Una sorta di spettacolo televisivo dove la sfida è la rappresentazione. Si esprimono giudizi, ma non seduti sul trono della de Filippi, bensì ingabbiati nella struttura di un testo crudele; dove le donne sono perfette o si buttano via e dove gli uomini devono recitare il ruolo dei cattivi oppure si buttano via.

Lascia un commento