La Terra matta di Vincenzo Rabito prende vita al Museo

la-terra-matta-di-panzeri-al-museo
0 439

In occasione dell’anniversario dell’Armistizio di Villa Giusti, a quasi cento anni dalla fine della Prima guerra mondiale, la Cooperativa AttivaMente propone il monologo di Stefano Panzeri tratto da Terra matta di Vincenzo Rabito. Lo spettacolo, in programma venerdì 3 novembre alle 21 al Museo Giovio, si inserisce nel programma di Teatro al museo. È parte del progetto Musaico, creato nel 2016 e ideato per far rivivere i luoghi della cultura della città di Como rendendo protagonisti i cittadini con attività ricreative, di spettacolo e laboratori. Il monologo si concentra sulla prima parte dall’autobiografia del siciliano Rabito, uno dei tanti ragazzi ‘classe 99’ inviati al fronte per combattere nella «Crante guerra».

Nel 1968, quando il suo terzo figlio si è laureato in Ingegneria, Rabito ha sentito di essersi affrancato dall’analfabetismo e ha iniziato a raccontare la propria vita in un diario di più di mille pagine. Scritto nella lingua che ha sempre parlato – non proprio italiano, ma nemmeno siciliano – il racconto in prima persona dello sforzo per emanciparsi e della sopravvivenza alla miseria unisce la storia personale e quella dell’Italia rurale di inizio secolo, sorpresa e dilaniata dalla Grande Guerra. Ingresso a 5 euro. Informazioni e prenotazioni www.coopattivamente.it, 0316871771, info@coopattivamente.it.

Lascia un commento