La Sirenetta in scena al San Teodoro

0 842

Venerdì 4 novembre, alle 21, torna la prosa al Teatro San Teodoro di Cantù con La sirenetta, opera teatrale scritta, diretta e interpretata (in coproduzione con Campo teatrale) dalla compagnia Eco di Fondo, fondata nel 2009 da Giacomo Ferraù e Giulia Viana, attori diplomati all’Accademia dei Filodrammatici di Milano nel 2007.

la-sirenettaLo spettacolo, sostenuto da Next – Laboratorio delle idee 2015, con il patrocinio di Amnesty International Italia e Everyone Group for cooperation on human rights culture, è un viaggio poetico ed emozionante, tra ironia soffice e dramma feroce, che obbliga a riflettere sull’amore più difficile, quello verso sé stessi e il corpo che si abita, ispirandosi a ciò che tragicamente ha riempito le pagine dei giornali negli ultimi tempi, il suicidio di diversi adolescenti che, sentendosi esclusi dal mondo degli adulti, soprattutto dei genitori, per la scoperta della propria omosessualità non rispettata, e irrisi dai coetanei, decidono di togliersi la vita.

In modo poetico e visivamente significativo, La Sirenetta si ispira metaforicamente alla celebre omonima fiaba dello scrittore danese Hans Christian Andersen, mettendo in scena la condizione di un adolescente che, per un gesto d’amore, rinuncia alla sua stessa essenza (la coda) nel disperato tentativo di essere amato. La sua è infatti una coda che lo rende diverso dagli altri, che gli impedisce di camminare insieme a loro, che puzza e fa ribrezzo ai consimili, pretesi normali, e che gli concede di rimanere solo in un limbo acqueo, dove può essere felice.

La compagnia non è nuova a questo genere di interpretazioni; da tempo, infatti, Eco di Fondo ha intrapreso un progetto di ricerca finalizzato a rileggere i miti e le fiabe più famose come metafore di temi di attualità, che spingono l’opinione pubblica a confrontarsi e scontrarsi, senza però schierarsi direttamente, ma fornendo spunti di riflessione ad un pubblico eterogeneo. Così come in Orfeo ed Euridice (selezione Premio Inbox 2014 e finalista Premio Cassino Off 2016 – Festival del Teatro Civile, rappresentato al San Teodoro lo scorso anno) sono stati affrontati l’accanimento terapeutico e l’eutanasia,  allo stesso modo la rilettura de La Sirenetta si approccia alle tematiche dell’identità sessuale e della giovinezza, l’età in cui molto spesso tutto è basato sull’astratto concetto di normalità, che implica l’identificazione di qualcun altro come diverso.

Con la regia di Giacomo Ferraù, che è anche autore del testo teatrale e interprete insieme a Giulia Viana, Riccardo Buffonini e Libero Stelluti, La Sirenetta è andata in scena dal 25 al 30 ottobre al Teatro Elfo Puccini di Milano, riscuotendo un grande consenso da parte di pubblico e critica, che ne ha confermato la grande forza espressiva e la capacità di ironizzare e commuovere al medesimo tempo, in costante equilibrio tra fiaba e drammatica realtà.

Biglietti a 15 euro. Info: http://bit.ly/2d817cu

Lascia un commento