La danza di David Parsons al Sociale

la-danza-di-david-parsons-al-sociale
0 1176

La danza contemporanea made in Usa irrompe mercoledì 1 marzo sul palco del Teatro Sociale di Como. Con l’energia e la potenza di uno show che è ormai un classico nel suo genere, arriva nella sala comasca Parsons dance, spettacolo del celebre coreografo David Parsons, con la sua compagnia.

Otto i danzatori che saliranno sul palcoscenico comasco, scelto come tappa di un lungo tour mondiale, che tocca i teatri più prestigiosi. Danzeranno Sarah Braverman, Ian Spring, Geena Pacareu, Omar Román De Jesús, Eoghan Dillon, Zoey Anderson e Justus Whitfield. L’elenco si chiude con Elena D’Amario, unica italiana del cast, approdata nella compagnia grazie al talent show Amici di Maria De Filippi. Dalla gara tra giovani artisti al danzare in un gruppo famoso in tutto il mondo, per una bellissima avventura artistica e umana. D’Amario ha colto un’opportunità unica, entrando in un gruppo in cui, le qualità fisiche ed espressive dei danzatori vengono valorizzate al massimo. La serata proietterà il pubblico nello stile, davvero inconfondibile, di Parsons e delle sue coreografie.

Non è necessario essere puristi della danza per apprezzare la prova della compagnia che basa la propria forza sull’esuberanza coreografica, il virtuosismo atletico dei danzatori, la capacità di fondere il linguaggio dei corpi con gli effetti scenici. Di grande importanza, come sempre, l’uso della luce. Non a caso, il resident light designerHowell Binkley, autorità in materia. A lui si affiancano Christopher Chambers, lighting supervisor e Michael Megliola, lighting associate and technical supervisor. Un cast di prima qualità, per uno show che mira alla perfezione, secondo gli standard americani. Chi conosce e apprezza il lavoro di Parsons e della sua compagnia, sa che le coreografie proposte saranno di grande impatto. Tra esse spicca Caught, un vero e proprio cavallo di battaglia che fu creato, nell’ormai lontano 1982 dallo stesso Parsons per sé stesso. La coreografia, costruita su musiche di Robert Fripp e pensata per un ballerino, richiede molta forza e doti atletiche.

Biglietti a 33 euro (platea e palchi), 23 euro (IV galleria, parapetto), 21 euro (V galleria, parapetto), 18 euro (IV galleria, ranghi) e 16 euro (V galleria, ranghi).

Lascia un commento