Il paese dei rifiuti: teatro per imparare l’ecologia del riuso

il-paese-dei-rifiuti-teatro-per-imparare-lecologia-del-riuso
1 1599

Domenica pomeriggio al Teatro Lucernetta grandi e (soprattutto) piccini hanno assistito a Il paese dei rifiuti di Sarah Paoletti, penultimo spettacolo per bambini della rassegna Piccole idee, diretto da Ester Montalto. L’ambientazione è un futuro distopico in cui i malefici Sacchi Neri hanno preso il sopravvento e trasformato il mondo in una fogna a cielo aperto. Per fortuna c’è Cobi (Massimiliano Angioni), che si autodefinisce inventore creativo e, nel suo disordinatissimo laboratorio, sfrutta il potere dell’immaginazione per trasformare gli scarti altrui in oggetti utili: con particolare orgoglio esibisce una scopa ricavata da una bottiglia di plastica. Il nostro eroe si ritrova coinvolto in una doppia impresa: conquistare il cuore della bellissima e sciocca Eva (Jasmine Monti) e sconfiggere il Sacco Nero che minaccia di deturpare il Regno di Fantasia, governato da una squillante regina (Ilaria Sanfilippo, maestra elementare poi circondata dai suoi alunni entusiasti una volta terminata la rappresentazione).


In ciò è aiutato dalle supereroine del riciclo Cart-Woman, Vetrena e Miss Plastix, che, forti delle loro tutine fluo aderenti, catalizzano l’attenzione del pubblico e ci insegnano le basi della raccolta differenziata, oltre alle 4 R fondamentali: riduzione, riutilizzo, riciclo e recupero. Sullo sfondo della vicenda una scenografia piena di colori e una serie di personaggi che ottengono subito la simpatia dei bambini, come un fiore (Ester Montalto) appena sbocciato che cerca nutrimento in una terra inquinata ma trova solo vecchie pile usate e dagli effetti allucinogeni. Divertendosi e facendo divertire, gli attori si mostrano attenti verso le richieste del pubblico e non disdegnano momenti d’improvvisazione per adattarsi agli interventi dei più temerari fra i piccoli e rendere l’esperienza interattiva.


I toni e i soggetti sono proprio quelli di una favola, ma lo spettacolo oltre a incantare riesce a trasmettere un prezioso messaggio: quando Cobi chiede aiuto ai bimbi per smistare la spazzatura e annientare Sacco Nero, sono molte le vocine che si levano dal pubblico per consigliargli in quali bidoni gettare carta, vetro o plastica. In definitiva, una formula vincente che coinvolge indistintamente genitori e figli, permettendoci di chiudere con leggerezza la settimana.

1 commento

13 marzo 2017 alle 11:32

Un vero peccato essermelo perso, ma la recensione mi ha permesso di essere lì! Complimenti allo spettacolo teatrale divertente e educativo e a Sara Bresciani che ha riassunto così bene l’evento ??

Lascia un commento