Ciao: dialogo tra padre e figlio al Franco Parenti

ciao-dialogo-tra-padre-e-figlio-al-franco-parenti
0 319

Fino al 30 aprile al Teatro Franco Parenti di Milano va in scena Ciao,  spettacolo tratto dal libro di Walter Veltroni e che il regista Piero Maccarinelli ha tradotto molto bene, anche grazie al talento dei due attori protagonisti, Massimo Ghini e Francesco Bonomo.

Massimo Ghini e Francesco Bonomo

La storia è quella un dialogo impossibile tra padre e figlio, dell’incontro immaginario tra due generazioni nella storia del nostro Paese, che si intreccia con quella dei due personaggi. Padre e figlio si raccontano e rivivono i decenni di storia di un’Italia di cui sono stati, in maniera differente, testimoni e protagonisti. Lo fanno in una prospettiva originale, a ruoli quasi invertiti: in un giorno di agosto il padre, morto all’età di trentasette anni, si materializza ancora giovane di fronte al figlio ormai sessantenne. Il primo si presenta come un ragazzo al secondo, che ha quasi il doppio dei suoi anni, ha vissuto molto di più e ha paradossalmente molta più esperienza di lui. Nonostante ciò è comunque desideroso di apprendere e di capire la vita, il carattere, la storia del padre e della sua generazione.

Il genitore, infatti, ha partecipato alla rinascita del Paese nel secondo dopoguerra credendo in ideali che, nella stagione successiva, sono entrati in crisi. Lo scambio che avviene tra di loro potrebbe essere trasposto in ogni epoca; in una situazione intensa e irreale, il racconto delle loro vite, del bisogno l’uno dell’altro, dell’assenza patita e della ricerca delle proprie radici si snoda  all’interno del palazzo dove entrambi hanno vissuto durante un irreale tramonto che sembra non terminare mai.

Orari: martedì e sabato alle 20.30; mercoledì e venerdì alle 19.45; giovedì alle 21; domenica alle 16.
Biglietti a 40 euro (prime file), 32 euro (II e III settore) e a 25 euro (IV settore). Ridotti over 65 e under 26 (II, III e IV settore) a 18 euro.

Lascia un commento