Applausi al San Teodoro per una commovente Sirenetta

applausi-al-san-teodoro-per-una-commovente-sirenetta
1 542

«Cari mamma e papà, oggi è un giorno felice, perchè io mi riconosco»: la commozione che pervade il pubblico e gli applausi che si scatenano sul finale sono la dimostrazione che lo spettacolo ha colpito tutti nel profondo. Ed era gremita la platea del Teatro San Teodoro di Cantù, venerdì sera, per assistere a questo testo scritto da Giacomo FerraùGiulia Viana, interpretato dai due assieme a Riccardo Buffonini e Libero Stelluti e diretto dallo stesso Ferraù.

4-11-2016_lasirenetta-4

Direste mai che uno spettacolo intitolato La Sirenetta, in cui compaiono anche Barbie e Ken, possa sortire questo effetto? Beh… ditelo. Mai metafora fu più azzeccata, in tema di amore (per sé e per gli altri), omosessualità e adolescenza; l’essere “a metà”, avere una coda che fa parte di sé ma non è riconosciuta dagli altri, il ritenersi sbagliati è ciò che ha portato tanti adolescenti a togliersi la vita, nell’età in cui la vita dovrebbe essere nella sua fase più rigogliosa.

11

Le voci fuori campo che, all’inizio, ricordano questi episodi danno il via, in maniera toccante, a un percorso tra dubbi, incertezze, dramma, sarcasmo, qualche sorriso – la scena dell’assemblea delle Barbie è geniale, lacrime (ma è solo il mare che, trattenuto troppo a lungo dentro il corpo, straborda). Indimenticabile il racconto del viaggio, parentesi viva, giocosa e colorata (anche in senso letterale). Siamo tutti immersi nello stesso acquario in cui si muovono i protagonisti (al plurale, chè le storie sono di uno e di tanti, in fondo), anche grazie alla scenografia, essenziale ma di notevole effetto.
Restiamo senza fiato, a tratti, e poi torniamo a respirare. Rinati.

4-11-2016_lasirenetta-3

(Foto di Francesca Marelli)

1 commento

5 novembre 2016 alle 15:47

Anche la recensione è commovente!! Brava!!!!

Lascia un commento