Al Sociale il primo serial teatrale giallo, a puntate

al-sociale-il-primo-serial-teatrale-giallo-a-puntate
0 1216

Un maresciallo dei Carabinieri, un Pm, alcuni agenti della Scientifica, un cadavere. No, non è una puntata di R.I.S., Il maresciallo Rocca o Rocco Schiavone. Non è nemmeno un qualsivoglia episodio di una qualsivoglia serie tipo C.I.S., N.C.I.S., Criminal minds, per evidenti motivi. Si tratta de Lo strano caso della donna che morì due volte, andato in scena al Teatro Sociale di Como mercoledì 18 gennaio con la prima puntata. Già, perché trattasi di spettacolo teatrale… a puntate: un format decisamente nuovo (la serata è stata anche la prima nazionale), che consente agli spettatori di appassionarsi alla storia, di restare con il fiato sospeso fino all’appuntamento successivo e di immergersi nella scena. L’ambientazione dello spettacolo, poi, si sposta attraverso i luoghi meno noti e “consueti” del teatro, cosicché il pubblico si trovi “dentro” lo spettacolo.

Partendo dalla storia scritta dai giallisti Giovanni Cocco e Amneris Magella, il regista Giuseppe Di Bello ha creato uno spettacolo dai numerosi sviluppi: la storia della vittima si intreccia con quella di amici, colleghi, amanti, presunti assassini e indiziati di vario genere, così da rivelare i retroscena (mai termine fu più adatto) di una realtà, come quella del teatro, che – come dice il maresciallo protagonista – è un luogo dove siamo abituati a vedere e a celebrare solo il bello.

AAA SPOILER! Essendo già andata in scena la prima puntata e non essendo previsti streaming, download, link su Netflix, non è tecnicamente possibile rivederla ma io vi avviso lo stesso.

Il ritrovamento, in teatro, del corpo del soprano Margherita Vitale, dà il via alla storia che ha tenuto incollati… al palco gli spettatori. La “presenza” del soprano sul palco rende allo stesso tempo affascinante e inquietante la scena. Il monologo della madre che la ricorda rende umano il personaggio. Gli interrogatori contribuiscono a capire man mano le relazioni tra i personaggi e iniziano a far riflettere gli appassionati del genere – come la sottoscritta – sulla probabile risoluzione del caso. Non mancano i riferimenti alle vite del maresciallo e del Pm, che non mancheranno di darci soddisfazione nelle prossime puntate.

Amplissimo il parterre di attori, molti dei quali allievi dei corsi del Teatro Sociale, a esaltare la coralità dello spettacolo.

Appuntamento a mercoledì 15, febbraio, dunque. Io ho già annotato sul taccuino tutte le informazioni necessarie, voi segnatevi (va bene anche un più moderno telefono cellulare) i prossimi appuntamenti: mercoledì 15 febbraio, mercoledì 22 marzo e mercoledì 19 aprile (due turni ciascuno alle 20,30 e alle 22), con la possibilità di acquistare il “pacchetto” intero.

Dimenticavo: non vi preoccupate se vi siete persi la prima puntata, è previsto, come in tutte le serie che si rispettino, il riassunto iniziale.

(Foto di Guido Santi)

Lascia un commento