Villa Geno, il Jazz Festival riparte da Falzone

villa-olmo-il-jazz-festival-riparte-da-falzone
0 720

È davvero un buon momento per la musica dal vivo in città e il ritorno di locali che… osano osare fa ben sperare per il futuro. E osa ancora Villa Geno, che propone il suo secondo Jazz Festival: si svolgerà venerdì 21 e sabato 22 aprile forte del successo raccolto lo scorso anno da una manifestazione che ha avuto come fiore all’occhiello il grande vibrafonista Mike Mainieri. Non mancano i nomi di prestigio anche per questa nuova edizione che conta su una star come Giovanni Falzone, (nella foto in apertura di Roberto Priolo) solidi nomi locali e anche Davide Shorty, in gara a X Factor 9, cantante dalla calda voce soul, con un progetto speciale che piacerà anche a chi disprezza i talent per partito preso. Ma andiamo con ordine. L’apertura della serata di venerdì, alle 20.30, è affidata al Supernova Jazz Trio di Guido Bombardieri (sax), Antonio Cervellino (contrabbasso) e Marco Castiglioni (batteria): il grande sassofonista mantovano incontra un’ottima sezione ritmica lariana per lasciare spazio, alle 21.40, al Sunlake Jazz Trio. Ma quello di Mauro Brunini (tromba), Yazan Greselin (piano) e Achille Giglio (basso) è, in realtà, in quartetto con l’ospite Stefano Bagnoli alla batteria.

Ed ecco, a chiudere la prima serata, gli ElectroMiles di Falzone. Al trombettista, come sempre impegnato anche a screziare la sua musica di elettronica, si affiancano Tullio Ricci (sax tenore), Gianlucca Di Ienno (tastiere), Marco Ricci (basso) e Alessandro Rossi (batteria). Falzone è, indubbiamente, uno dei musicisti più interessanti emersi nella scena jazz nostrana nel nuovo Millennio. Con una peculiarità: ama confrontarsi con il passato, non solo nell’ambito della musica afroamericana: dopo la Charlie Parker suite e gli album Around Jimi e Around Ornette, dedicati rispettivamente a Hendrix e a Coleman, c’è stata anche una Led Zeppelin suite, presentata anche a Como al Carducci mentre il Festival jazz della Tremezzina lo ha visto protagonista di un’altra bellissima serata due anni fa. ElectroMiles, il nome lo tradisce, è un progetto dedicato al Miles Davis elettrificato a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta. Ne ascolteremo delle belle.

Davide Shorty

E così sarà anche sabato 22 con l’Italian Swing Quartet di Sandro Gibellini (chitarra), Alfredo Ferrario (clarinetto), Roberto Piccolo (contrabbasso) e Gianni Cazzola (batteria), ospite speciale. Poi spazio a Shorty con una super band per un bel progetto. Ci vogliono sette musicisti e tre voci per riprodurre le atmosfere di The nightfly, il mitico omaggio al jazz di Donald Fagen degli Steely Dan. In entrambe le serate l’ingresso a Villa Geno costa 20 euro comprensive di consumazione (fino alle 21 aperitivo con happy hour). Per prenotazioni 031301414.

Lascia un commento