Un grande Mengoni emoziona il Forum

un-grande-mengoni-emoziona-il-forum
0 3415

Tanta roba. Il concerto di Marco Mengoni al Forum di Assago ha fatto registrare sold out con applausi a scena aperta. Una vera e propria standing ovation prolungata per oltre due ore di ogni spettacolo. Tanta musica e tanta tecnologia per uno spettacolo molto coinvolgente. Per me è stato il secondo appuntamento – dopo quello del 2015 – e mi sono resa conto di una continua crescita e di un progetto culturale e musicale che Marco Mengoni ha iniziato con il cd Parole in circolo e che si è completato nel 2016 con Le cose che non ho.
Gli applausi sono iniziati già dalla prima entusiasmante Ti ho voluto bene veramente e poi via via sono proseguiti in tutti i ventiquattro brani proposti. Difficile dire cosa ha entusiasmato maggiormente. Sicuramente tante emozioni ha creato Esseri umani, con un’introduzione che è risultata la sintesi del suo modo di essere e di vivere i problemi più attuali. «Credo nel dovere di ciascuno e credo nei diritti uguali per tutti… Credo in chi lotta per i diritti degli altri… Credo in chi ha perso la vita pur di non perdere le parole…. Credo nella storia che dovrebbe insegnare a tutti di non ripetere gli stessi errori… Credo nella famiglia, quella da cui tornare ferito per cercare conforto. Quella che non ti giudica, che ti abbraccia quando sei triste, che ti nutre quando hai fame, che ti copre quando hai freddo. Credo che questa sia l’unica definizione di famiglia possibile…».

mengoni

E poi tanti momenti belli, che hanno fatto sentire i giovani liberi, liberi. Perché Mengoni canta tutto quello che ci ha dato un brivido. E qualche brivido Mengoni l’ha provato quando durante la sua performance gli si sono rotti i pantaloni. Una breve sosta tecnica obbligata e poi via ancora, utilizzando addirittura due palcoscenici. Sospeso in aria, cantando Pronto a correre si è trasferito sul palco al centro del Forum, quasi per meglio vivere questo intenso abbraccio con il suo pubblico. Tutti entusiasti e muniti nel telefonino di un’apposita app che ha reso ancora più scenografica la serata. E ancora un’esplosione di coriandoli durante Io ti aspetto . Gran finale con uno spettacolare Guerriero, con rulli di tamburi, giochi di luce e un grande assolo di un Marco Mengoni galvanizzato. Tanti gli applausi e poi il richiestissimo bis. Questa volta in inglese. Un brano di Prince. Un ricordo dovuto, una definitiva consacrazione.

Lascia un commento