Ultimo giorno per le chitarre di Menaggio

0 507

Ultima giornata per questa nona, partecipatissima edizione del Festival internazionale di chitarra a Menaggio. Anche domenica 28 agosto il programma approntato da Sergio Fabian Lavia con Dilene Ferraz è ricco di spunti sia per gli appassionati dello strumento che per chi volesse abbandonarsi al piacere della musica nelle vie del bellissimo borgo lariano. Prima, però, un approfondimento culturale a Villa Vigoni di Loveno: alle 16 Marco Battaglia terrà il seminario Quando Mazzini suonava la chitarra… con i brani citati nell’epistolario e nella Filosofia della musica del patriota.

http://www.marcobattaglia.it/images/1-4-gr.jpgAlle 17.30 l’appuntamento è nella basilica dei SS. Lorenzo e Agnese con l’800 Musica Ensemble. È una formazione nata «dall’intento di proporre al pubblico il repertorio classico e romantico europeo mediante l’uso di strumenti originali d’epoca e comprende apprezzati musicisti – spiega il fondatore e animatore, il chitarrista Marco Battaglia – una compagine di archi composta a cui si aggiungono anche percussionisti e flautisti, molti dei quali svolgono attività di prime parti di importanti orchestre effettuando tournée in tutti i continenti, collaborando con artisti del calibro di Riccardo Muti, Mario Brunello e Umberto Benedetti Michelangeli e affrontando le prassi esecutive antiche con vari altri ensemble di livello internazionale quali Il Giardino Armonico, Europa Galante, Accademia Bizantina e altri ancora». Al Festival partecipano in trio con Battaglia, Anna Armenante al flauto traverso e Alessandra Romano al violino, per interpretare pagine di Rossini, Carulli e Gragnani.

Alle 19 un aperitivo con Jeanne Hadley e Alessandra Di Toma, ovvero le Ginger Bender (nella foto in alto) che il pubblico ha già apprezzato ieri. Una musicista americana e una italiana che si sono incontrate all’Accademia internazionale di Milano e hanno dato vita a un sodalizio che si stempera tra blues, jazz e swing.

Alle 20.45 sarà ancora Villa Vigoni a proporre il Duo Cantiga di Anastasia Maximkina e Philippe Villa. Quest’ultimo è considerato uno dei più brillanti chitarristi francesi della sua generazione, con molte prime esecuzioni e registrazioni assolute. Maximkina ha vinto numerosi riconoscimenti nella sua Russia. Il repertorio del duo spazia dal Barocco al contemporaneo: a Menaggio proporranno pagine di Lhoyer – Carulli, Coste, Giuliani e Regondi, eseguite con strumenti d’epoca.

Finale alle 22, al Bar Costantin, con la voce di Sabrina Morganti e la chitarra di Marco Cases. Quest’ultimo ha suonato in numerose situazioni, dalle piccole band locali a musicisti come Davide Van De Sfroos, Cisco dei Modena City Rambles, Ian Paice dei Deep Purple, J.C. Harpo, Vic Vergeat, Marcel Aeby, Neil Otupacca. Tutti i concerti sono gratuiti e si svolgeranno anche in caso di maltempo. Informazioni al sito .www.festivalchitarramenaggio.com.

Lascia un commento