Tremezzina Music Festival: 15 anni di grandi concerti

Ferretti a cavallo del Lario
0 2241

Una manifestazione nata piccola, senza altra pretesa che portare un po’ di buona musica in riva al Lario, via via ingranditasi nel corso degli anni fino a diventare, oggi, un sicuro punto di riferimento dell’estate sul lago. Il Tremezzina Music Festival è nato come festival jazz, ma ha aperto ad altre musiche senza mai dimenticare le sue origini (i più importanti jazzisti italiani si sono susseguiti in scena in questi tre lustri), è partito da un luogo particolarissimo, il Piroscafo Bisbino, per approdare nell’ampio spazio del Parco Teresio Olivelli di Tremezzo. E ha attraversato quindici anni fatti anche di ristrettezze economiche senza mai perdersi d’animo per riuscire, ancora una volta, nell’intento, raggiunto anche per il 2016 con un cartellone eterogeneo di artisti di prima grandezza: Giovanni Lindo Ferretti, Paul Mc Candless, Patrizio Fariselli, Arrigo Cappelletti, Jack Jaselli, Matteo Bortone sono solo alcuni dei bei nomi che si ascolteranno in Tremezzina dal 17 al 20 agosto (con una significativa anteprima il 16 che riporta tutto dove era cominciato). Per raccontarlo lasciamo la parola al direttore artistico, Marco Zanotta.
http://tremezzinamusicfestival.it/wp-content/uploads/2016/06/slide2016.jpg

In occasione del 15° anniversario, il Tremezzina Music Festival torna laddove tutto ebbe inizio: a bordo del Piroscafo Bisbino con un’anteprima a tutto swing (ma non mancheranno le incursioni nel soul, funk e rhythm’n’blues) in grado di coinvolgere un pubblico dai gusti differenziati con un crescendo di ritmo e divertimento. Le prime due serate al Parco Teresio Olivelli vedranno esibirsi, come da tradizione, quattro jazz band: dal jazz contemporaneo europeo dei Travelers, quartetto italo-francese capitanato da Matteo Bortone fresco vincitore del titolo di miglior nuovo talento Top Jazz 2015 (altro must per il festival), ai Fabularasa, ensemble pugliese che fonde word music, fusion, jazz e canzone d’autore, con la presenza straordinaria del fiatista americano Paul Mc Candless, geniale polistrumentista degli Oregon, considerato uno dei maggiori oboisti al mondo.

http://tremezzinamusicfestival.it/wp-content/uploads/2016/06/tabula_rasa.jpg

Arrigo Cappelletti, affermato pianista comasco, in trio con i fuoriclasse Furio di Castri e Bruce Ditmas, proporrà un omaggio all’artista canadese Paul Bley e sarà seguito dagli Area Open Project Trio, formazione in cui lo storico pianista degli Area Patrizio Fariselli prosegue l’esperienza del Reunion tour proponendo nuovi brani alternati al alcuni immortali pezzi del passato.
http://livingcesenatico.it/wp-content/uploads/2015/02/FARISELLI_PORTRAIT_MID_-BY-CLEO-FARISELLI1.jpg

Si volta pagina venerdì 19: il trio di Jack Jaselli, scrittura personale che affonda le sue radici nel blues e nel soul, porta a Tremezzo il Monster moon tour, progetto diventato veicolo di un desiderio folle e romantico: fare musica, in Italia, in inglese e con un sound internazionale. A seguire i Black Beat Movement, collettivo milanese future soul che costruisce il suo sound mescolando sonorità nu soul e hip hop con un approccio e un songwriting alternativo.

La sorpresa più interessante ci attende il 20 con un ospite d’eccezione: Giovanni Lindo Ferretti, carismatico leader dei CCCP, CSI e PGR, formazioni seminali in ambito rock d’avanguardia, si cimenta ora in un progetto che fonde teatro, cinema, parole e musica e intende celebrare il mito fondante la civiltà, ovvero il rapporto uomo-cavallo.

Per il gran finale il Festival si trasferisce ancora a bordo del Piroscafo Bisbino dove dopo mezzanotte ci attende un set infuocato con dj e percussioni. Anche quest’anno partecipare al Tremezzina Music Festival è come partire per un viaggio nell’ignoto, oltre i limiti della fantasia. In questo viaggio c’è tutto e il contrario di tutto: il passato, il presente, la speranza del futuro, echi musicali dei paesi più lontani. Ci sono sequenze di immagini, odori, colori, vibrazioni, emozioni. C’è il vecchio, il nuovo, il familiare, lo sconosciuto. Ci siamo noi e la nostra storia musicale.

(Marco Zanotta)


Il programma

16 agosto
Aspettando il Festival al Piroscafo Bisbino, Tremezzo con la Blunotte Swing Band di Giovanni Costantino (voce e tastiere), Tullio Ricci (sax), Andrea Gentile (chitarra), Gianfranco Carena (contrabbasso) e Michele Montressor (batteria) alle 22

17 agosto
– ore 21 Matteo Bortone Quartet: Travellers. Matteo Bortone (contrabbasso), Francesco Diodati (chitarre), Dan Kinzelman (sax tenore, clarinetto e synth) e Ariel Tessier (batteria)
– ore 22.15 Fabularasa featuring Paul McCandless: Luca Basso (parole), Vito Ottolino (chitarre), Poldo Sebastiani (basso) e Giuseppe Berlen (batteria e percussioni). Special guest
Paul McCandless (oboe, sax soprano, corno inglese e flauti etnici)

18 agosto
– ore 21
Homage to Paul Bley con Arrigo Cappelletti (pianoforte), Furio di Castri (contrabbasso) e Bruce Ditmas (batteria)
– ore 22.15 Area Open Project Trio con Patrizio Fariselli (pianoforte e tastiere), Marco Micheli (basso elettrico e contrabbasso) e Walter Paoli (batteria)

19 agosto
– ore 21  Jaselli Monster moon tour: Jack Jaselli (voce e chitarra), Max Elli (voce e chitarre) e Nik Taccori (voce, batteria e percussioni)
– ore 22.15 Black Beat Movement: Naima Faraò (voce), Jacopo Boschi (chitarra e voci), Luca Javier Bologna (bass, synths and effects), Luca Specchio (sax), Nico Roccamo (batteria e percussioni) e Dj Agly (scratches)

20 agosto
– ore 21 Giovanni Lindo Ferretti
presenta barbar_small Tracce di un Teatro barbarico. Proiezione di Saga, il film, con il regista Paolo Boriani, Marcello Ugoletti (signore dei cavalli) e Cinzia Pellegri (signora della Corte). A seguire Evocazione per voce e chitarra di un teatro barbarico con Giovanni Lindo Ferretti (signore delle parole) e Luca Alfonso Rossi
– ore 24
dj e percussion set conclusivo sul Piroscafo Bisbino

Tutti i concerti sono a ingresso libero e si terranno nel Parco Teresio Olivelli di Tremezzo. In caso di pioggia la manifestazione si sposterà all’interno del Teatro Teresio Olivelli, di fronte al parco. Servizio ristorazione al lounge bar Acqua Cheta all’interno del parco.

Tutte le informazioni al sito http://tremezzinamusicfestival.it e alla pagina Facebook del festival.

 

Lascia un commento