The Vad Vuc nel party svizzero di Cantugheder

the-vad-vuc-nel-party-svizzero-di-cantugheder
0 1042

Qualcuno li aveva definiti “i De Sfroos ticinesi” e, indubbiamente, il punto di partenza ha preso spunto anche dalla band di Davide Bernasconi. Ma oggi i Vad Vuc, anzi, The Vad Vuc sono qualcosa di più. Sono una delle più belle realtà folk rock a livello europeo ed è un piacere ritrovarli stasera, alle 21.30, sul palco di Villa Calvi in via Roma 8 a Cantù. Sono partiti dall’amore per formazioni storiche come Pogues e Waterboys, illuminati nel cammino da Van De Sfroos, hanno saputo scavare un solco sempre più personale, al punto che Davide stesso li ha voluti per aprire il suo primo storico concerto al Forum. Per ben presentare le canzoni dell’ultimo album, Hai in mente un koala?, hanno ben pensato di imbarcarsi in un Eucaliptour, irresistibile fin dal titolo. Da un concerto luganese del marzo del 2013 è nata l’ultima opera, il live Cocktail e fantasmi, impreziosita anche da un dvd dove appaiono miti e amici come Steve Wickham, Sharon Shannon, Simone Cristicchi, Gnu Quartet, i Luf, Angapiemage Galiano Persico e Davide Brambilla (oltre al koala). In scena sono incontenibili e anche incorreggibili quando propongono canzoni efficaci come Ogni cosa è bella o la ballata / invettiva di Do stell hotel, la trascinante Rise again e la divertente Sota i ciapp: diverse sfaccettature di una personalità artistica ormai matura.

Il secondo singolo del live, l’inedito Se non ti posso avere, ha fatto pure capolino nelle classifiche italiane mentre il video della stessa Cocktail e fantasmi in poco tempo ha totalizzato più di ventimila visualizzazioni su Youtube. Michele Cerno Carobbio (voce e chitarra), Giacomo Ferrari (basso, banjo e contrabbasso), Sebastian Cereghetti (trombone, mandolino, cucchiai e bombardino), Davide Bosshard (susafono e tastiere), Fidel Esteves Pinto (flauti e tromba) e Fabio Martino (fisarmonica e tastiere) con Angapiemage Galliano Persico (violino), Roberto Panzeri (batteria) e l’immancabile Riccardo Brega per una Zirichiltaggia scatenata metteranno a dura prova la resistenza etilica del pubblico anche in questa occasione. Ingresso a 5 euro.

Lascia un commento