Supersonic Mania Night, a Cantù una serata all’insegna del Brit

0 890

Venerdì 6 gennaio, dalle 22, All’UnaeTrentacinqueCirca di Cantù dedica una serata alla scena brit pop inglese, con un omaggio speciale agli Oasis, pionieri di questo genere musicale e band simbolo del movimento indie rock degli anni Novanta, con più di settanta milioni di dischi venduti in tutto il mondo, ventidue singoli consecutivi nella top ten inglese e una trentina di prestigiosi premi internazionali.

Due saranno le band ad alternarsi sul palco: in apertura si esibiranno gli Swayed, nella nuova formazione con Niccolò Meroni alla voce e alla chitarra, che presenteranno al pubblico alcuni inediti brani pop rock dall’inconfondibile sound britannico, seguiti da The Monkey Weather, giovane trio indie di ispirazione inglese originario di Domodossola, in Piemonte, che proporranno tutti i loro singoli intervallati dai famosi successi del gruppo di Manchester. Formatisi nel 2010 in seguito ad un viaggio fra Liverpool e Londra sulle tracce dei Beatles, nel febbraio 2011 pubblicano un 45 giri (People watch me / Lickin’ yellow), nel quale spiccano i timbri originali delle voci dei due cantanti: il bassista Paul Deckard ed il chitarrista Jolly Hooker sono talmente distintivi e differenti, da far apparire alcuni brani come tracce provenienti da mondi diversi, alcuni molto freschi e brit pop, altri più densi e ombreggiati, tutti molto scorrevoli e groovy.
Nell’anno successivo esce il loro album d’esordio Apple meaning, che raccoglie recensioni positive sia in Italia che all’estero e si fanno conoscere dal grande pubblico in sede live, aprendo tre concerti per il tour estivo dei Kasabian, di cui girano un breve documentario on the road.
Due sono i videoclip che accompagnano i singoli tratti da Apple meaning: People watch me e Sara wants to dance, quest‘ultimo con la partecipazione di alcuni personaggi provenienti da differenti ambiti underground italiani.

Nel 2013 prosegue un’intensa attività live, aprono i concerti dei Linea 77, Lnripley, Pan del Diavolo e The Fire, suonano allo Sziget Festival a Budapest in Ungheria e nel Puglia Sounds Mambo Stage insieme ai The Black Beat Movement ed hanno l’onore di aprire il concerto degli Skunk Anansie al Parco Gondar di Gallipoli. Nel febbraio 2014 è uscito il loro ultimo album, The Hodja’s hook, nel quale il sound si fa meno ruvido e la composizione più melodica.

L’after show sarà il regno di Enrico Lazzeri, in arte dj Henry, nume tutelare della scena mod e brit lombarda, con una selezione musicale che permetterà di immergersi fino in fondo nell’atmosfera d’oltre manica. Ingresso a 5 euro.

Lascia un commento