Suoni d’arte a Miniartextil 2016

0 752

Musica a Miniartextil 2016. La 26ª edizione della mostra di fiber art, allestita allo Spazio Ratti nella ex chiesa di San Francesco in largo Spallino 1, sta facendo il pieno di visitatori, forse anche grazie alla monumantale e stupefacente scultura praticabile Tape dei Numen for Use che lascia tutti stupiti, e sicuramente per le piccole opere tessili che caratterizzano questa esposizione che trova una seconda location nel liberty di Villa Bernasconi di Cernobbio. Giovedì 27 ottobre alle 21 sarà lo Spazio Ratti a ospitare il primo evento collaterale, un concerto della rassegna Suoni d’arte diretta da Luigi Fabbri. Se Miniartextil di quest’anno ha come tema To weave dreams (tessere sogni), Un rêve è il titolo di questo primo appuntamento.

miniartextil-uno-sguardo-ravvicinato-ai-minitessili-2«Un réve cioè un sogno – spiega Fabbri – perché protagonista di questo concerto sarà l’universo onirico che, complice delle più recondite aspirazioni dell’anima, troppo spesso tacitate dal frastuono mondano, ci proietta in quella dimensione altra, evocativa e fantastica, essenziale quanto il cibo, in quanto si rivela essere l’unica alternativa possibile a una quotidianità ingrigita da una routine alienante». Un programma che si apre alla musica contemporanea. «Anche ma non solo – precisa il direttore artistico – Si tratta di una scelta voluta, per portare in scena una sorta di storia del sogno funzionale a porre in evidenza come il regno del fantastico, a far capo dalla seconda metà dell’Ottocento, sia attualissimo e sappia ancora affascinarci e coinvolgerci». Sul suggestivo palcoscenico della Chiesa di San Francesco, vedremo un pianoforte, un violino e un soprano. «La scelta è del tutto coerente con il tema, oserei dire scontata, tenuto conto che violino, voce e pianoforte sono stati se non gli unici, tre strumenti indubbiamente prediletti dai compositori per cantare il poliedrico mondo delle visioni con tutte le sue sfumature, grazie alle pressocchè infinite risorse timbriche di cui dispongono». In programma pagine di autori eterogenei come possono esserlo Kreisler, Debussy, Piazzolla, Puccini, Schumann, Massenet, Tosti, Chopin, Williams e Rossini.

Como Spazio Ratti San Francesco inaugurazione Miniartextil

La rassegna prevede altri appuntamenti, sempre legando musica e arte. «È un legame naturale – conclude Fiori – Parto dal concetto che un’arte come tale può brillare anche di luce altra, non essendo cioè fine a se stessa, ma esistendo piuttosto linee d’intersezione tra le varie forme di espressione artistica; certo bisogna avere la capacità di scoprirle, ma soprattutto il coraggio di concretizzarle perché ritengo che, oggi più che mai, questa sia la sfida. Ebbene con l’associazione Arte&arte abbiamo voluto raccogliere questa sfida che mi sembra si vada traducendo in un connubio tanto virtuoso quanto affascinante visto che nuove idee sono in procinto di realizzazione nel prossimo futuro». Il prezzo per l’evento di stasera è 10 euro, comprensivo di biglietto per la visita alla mostra e valido anche a Cernobbio.

Lascia un commento