Succo Marcio a Cantugheder

Succo Marcio a Cantugheder
0 499

I ragazzi di Muore il giorno sono ormai diventati uomini, qualcuno ha messo su famiglia e generato degli eredi, ma nell’anima, i Succo Marcio, storica pop punk band comasca, sono rimasti gli stessi scapestrati dei loro esordi e venerdì 2 settembre alle 22 intendono darlo a vedere nel concerto/raduno programmato a Cantugheder, nel parco di Villa Calvi in via Roma 8 a Cantù. Dal lontano 2000, quando Silvio Mason (batteria), Alessio Senesi (voce e chitarra), Marco Campoli (basso) e Mario Bargna (chitarra) si guadagnarono l’appellativo di Green Day italiani (riuscendo a intrufolarsi proprio ad uno show della nota band californiana e a salire sul loro palco invitati personalmente dal cantante Billie Joe Armstrong), ne è passata di acqua sotto i ponti, e il gruppo qualche soddisfazione l’ha raccolta prima di sciogliersi e vedere i suoi componenti dedicarsi ad altri progetti, salvo riunirsi di tanto in tanto per celebrare una storia di musica e amicizia che è rimasta nel cuore e nell’immaginario di molti, un caso esemplare per la scena locale e non solo. Il loro disco d’esordio, Succo cocktail tropicale all’arancia, fu un successo che travalicò i confini provinciali per diventare un caso nazionale, trascinato dalla hit Muore il giorno e da melodie immediate e testi spensierati e goliardici che diventarono in breve un marchio di fabbrica generando innumerevoli tentativi di imitazione.

Nel 2004 l’uscita del nuovo album Anche lei sarà come tutte le altre? aprì la strada a un periodo ricchissimo di concerti in tutta Italia, tra cui spicca, nel 2005, la partecipazione all’Heineken Jammin Festival, dove i Succo Marcio suonarono sullo stesso palco di Garbage, Green Day e R.E.M. In quella storica occasione, il quartetto lariano, per nulla intimorito dalla presenza di quei nomi altisonanti, riuscì a far muovere il pubblico e a coinvolgerlo nel pogo nonostante la calura del primo pomeriggio, e la loro esuberanza fu difficilmente arginata perfino dai navigati tecnici della manifestazione, sorpresi dalla determinazione di quelli che allora erano dei ragazzini in cerca di sano divertimento e zero pose divistiche. Dopo l’uscita dell’ep Campione du mundo (2009), la band ha pian piano diluito la sua attività, ma non ha mai smesso di riunirsi in una sorta di concerto evento con cadenza annuale, per dare sfogo alla immutata passione e per accontentare lo zoccolo duro dei fan che ancora li segue. In apertura di spettacolo si esibiranno anche The Bookhouseboys, quartetto di giovani punk rockers nato fra Como e Milano che probabilmente molto deve in fatto di ispirazione proprio ai fratelli maggiori Succo Marcio. Ingresso a 3 euro.

Lascia un commento