Stagione notte: rock e jazz al Teatro Sociale

stagione-notte-rock-e-jazz-al-teatro-sociale
0 924

Un omaggio a John Coltrane a mezzo secolo dalla scomparsa del grande sassofonista, un tributo a Animals, leggendario album dei Pink Floyd pubblicato quarant’anni fa, uno a Fabrizio De André e il ritorno, a Como, di uno dei più grande jazzisti italiani, apprezzato in tutto il mondo come Enrico Rava (nella foto in alto). La Stagione notte del Teatro Sociale offre, come sempre, spunti musicali differenti da quelli “classici” e non di minor qualità e interesse. Procedendo in ordine strettamente cronologico, il primo appuntamento è quello con i Sound Project, una delle più accreditate formazioni dedite al recupero e alla riproposta sui palchi dei dischi dei Pink Floyd. Schiacciato tra Wish you were here e The wall, Animals è stato poco considerato dalla critica e dal pubblico per troppi anni. Oggi l’album con il maiale in volo tra le torri della vecchia centrale elettrica di Londra è stato, giustamente, rivalutato. Andrà in scena il 28 ottobre con un apparato scenografico degno del quartetto originale.

Animals dei Pink Floyd

Il 6 novembre A love supreme, titolo del grande capolavoro di Coltrane, riportato in vita dal tenorista Emanuele Cisi in una serata organizzata in collaborazione con il Blue Note di Milano. Come avviene nel club di via Borsieri, così anche al Sociale si potrà cenare sul palco o sorseggiare un drink durante la performance.

Cristiano De André

Il 16 novembre De André canta De André: è il figlio Cristiano, infatti, a riproporre le canzoni del padre che, per tanti anni, ha accompagnato in tour. Sarà una versione intima e raccolta, con la sola presenza del chitarrista Osvaldo Di Dio per versioni acustiche di quelle canzoni immortali. Vicino a Natale, il 21 dicembre, non manca l’ormai inevitabile appuntamento con il Gospel con i Grace di Roderick Giles. Rava arriva l’anno prossimo, il 3 marzo, protagonista di una “Notte jazz” che vedrà lui e altri musicisti esibirsi, letteralmente, in tutto il teatro.

Lascia un commento