Speck & Zola al Carducci con Mauri & Braga

speck-zola-al-carducci-con-mauri-braga
0 288

La stagione concertistica del Carducci si scalda con le note corpose del clarinetto basso e la raffinatezza della fisarmonica in una serata fra atmosfere jazz, musica etnica, echi folk. Martedì 5 dicembre alle 20.30 sul palcoscenico del Salone Musa di viale Cavallotti 7 saliranno Simone Mauri con il suo clarinetto basso e Flaviano Braga alla fisarmonica cromatica in una serata che ripercorrerà i brani dell’incisione discografica Speck&Zola. Simone Mauri ha al suo attivo collaborazioni in diverse formazioni con cui ha suonato in Italia e all’estero come partner di musicisti come Lester Bowie, Claudio Fasoli, Mario Arcari, Tiziano Tononi, Stefano Bagnoli, Keith & Julie Tippet, Gabriele Mirabassi, Chris Cutler, Gianluigi Trovesi, Beppe Caruso, Giovanni Falzone, Paolo Botti, Ferdinando Faraò, Gabriele Coltri e Anne-Lise Foy. È uno dei talenti comaschi più importanti in ambito jazzistico italiano: ha scelto uno strumento originale che riesce a suonare con versatile virtuosissimo nelle situazioni più impensabili, dal duo per voce e fiato con lo sperimentatore Oskar Boldre, alle formazioni con amici come Maurizio Aliffi, Marco Belcastro, Flavio Minardo, Samuel Cereghini, oltre al suo Bootstrap Trio.

Flaviano Braga e Simone Mauri in concerto

Flaviano Braga suona la fisarmonica dall’età di sei anni, formandosi in particolare con Eugenia Marini. Nella sua attività concertistica ha collaborato tra gli altri con Eugenio Finardi, Marco Detto, Stefano Bagnoli, Marco Ricci, Max De Aloe, Claudio Taddei, Antonio Canales, Oscar de Los Reyes, suonando in numerosi Festival in Italia, Svizzera, Francia, Spagna, Germania, Repubblica Ceca e realizzando due tourneè in Giappone esibendosi in Tokio Bunka Kaikan, Kobe Kokusai Kaikan, Royal Festival Hall Osaka.

Lascia un commento