Sarah Jane Morris e Antonio Forcione, incomparabili al Blue Note

sarah-jane-morris-e-antonio-forcione-incomparabili-al-blue-note
0 1102

Ancora tre serate in compagnia di Sarah Jane Morris, di scena stasera alle 21 (sold out), domani e sabato sera alle 21 e alle 23.30 a Milano al Blue Note di via Borsieri 37 (biglietti a 37 euro, ridotti a 32 se acquistati entro due ore dall’inizio dello spettacolo). È un gradito ritorno, il suo: la cantante di Southampton non manca mai di inserire il tempio del jazz meneghino nei suoi frequenti tour. Come solista ha esordito alla fine degli Ottanta, raggiungendo il successo con i Communards di Jimmy Somerville per la celeberrima versione di Don’t leave me this way, ma è anche un’apprezzata interprete teatrale, soprattutto quando ha a che fare con le pièces di Kurt Weill. Nei suoi dischi si avverte la predilezione per il jazz, con brani che riescono a valorizzare la sua voce senza mai esagerare: interpreta standard come brani di Sting e Tom Waits, ha anche collaborato con Marc Ribot, chitarrista per tanti anni al fianco del catramoso uomo di Blue valentine, che la Morris ha utilizzato anche per intitolare un bellissimo live. Proprio da questo brano è nato il suo progetto discografico più legato al nostro Paese. Chiamata a interpretarlo per la televisione italiana, la Morris si è trovata a collaborare con il violoncellista Enrico Melozzi, esperienza che ha voluto ripetere nell’album Cello songs (con cameo dei jazzisti Danilo Rea e Fabrizio Bosso).

È c’è l’Italia anche nel suo ultimo, bellissimo, disco: Sarah Jane Morris arriva al Blue Note assieme allo straordinario chitarrista Antonio Forcione per presentare Compared to what. Originario del Molise, questo musicista vive da tempo a Londra dove si è distinto per un virtuosismo che si sposa a una grande intensità e inventiva. Ha collaborato con artisti provenienti dal mondo del jazz ( Bobby McFerrin, Charlie Haden, John McLaughlin, Trilok Gurtu, Steps Ahead), del pop (Phil Collins, Jools Holland), anche italiani (Zucchero, Pino Daniele, l’elenco potrebbe essere lunghissimo) e quello con Sarah Jane è un sodalizio di altissimo livello. Con loro Henry Thomas (basso), Jenny Adejayan (violoncello) e Martin Barker (batteria).

Lascia un commento