Pianisti da tutto il mondo per il Concorso Città di Cantù

pianisti-da-tutto-il-mondo-per-il-concorso-citta-di-cantu
0 778

L’edizione 2017 del Concorso internazionale per pianoforte e orchestra Città di Cantù si apre domenica 30 aprile al Teatro San Teodoro, fra tradizione consolidata e progetti di cambiamento. Per i 90 concorrenti iscritti alla 27ª competizione pianistica comasca, giunti alla spicciolata sul colle brianteo nelle giornate di venerdì e sabato, nulla cambia rispetto a un cliché assodato: tre giorni di prova eliminatoria con secondo pianoforte durante i quali suonare il primo movimento del Concerto per pianoforte e orchestra (classico, romantico o magari entrambi) preparato con ore e ore studio assiduo, la speranza di essere ammessi alla semifinale di giovedì e venerdì, potendo suonare con un’orchestra vera dopo aver vissuto l’esperienza altrettanto concreta delle prove di studio, il sogno o l’obiettivo ben calcolato di arrivare in finale e conquistarsi premi e riconoscimento. Mai come quest’anno gli iscritti di ritrovano a Cantù dopo essere partiti letteralmente da tutto il mondo: le nazionalità presenti sono 26, comprese Australia, Sudafrica, Usa e i principali Paesi asiatici con Giappone in testa e i numeri dicono di un interesse verso questo concorso inventato da Vincenzo Balzani e dalla Nuova Scuola di Musica di Cantù che si può ben dire storico ma che, proprio per questo, sa di dover orientarsi al futuro con una formula innovata senza tradire le finalità e le caratteristiche consolidate in un quarto di secolo.

Il pianista venticinquenne comasco Danilo Mascetti

Per tutti gli appassionati legati al mondo del concerto per pianoforte, in queste giornate canturine, non c’è che da iniziare a trovarsi al Teatro san Teodoro di Cantù dalla mattina, alle 8.45, quando la trentunenne statunitense Amanda Gessler inaugurerà l’edizione suonando il primo tempo del Terzo concerto di Beethoven nella fase eliminatoria dedicata ai classici, che occuperà tutta la mattinata di oggi e quella di lunedì, fino al primo pomeriggio. Nella mattinata di domenica si potrà già ascoltare il Quinto di Beethoven del “vip” russo Konstantin Khachikyan (nella foto in apertura), fare il tifo per il venticinquenne comasco Danilo Mascetti o seguire, a mezzogiorno, la piccola Olga Rasskazova, dieci anni, suonare il Concerto BWV 1056 di Bach. Il primo maggio, dinanzi alla giuria presieduta dal maestro cubano naturalizzato spagnolo Leonel Morales, pari peso fra Beethoven e Mozart con, fra l’altro, la quindicenne rumena Maria Isabela Voropciuc e le gemelle diciassettenni italiane Beatrice ed Eleonora Dallagnese. Tutte le informazioni al sito cantupianocompetition.com e al numero 3357041043. L’ingresso a tutte le esecuzioni è libero e gratuito.

Lascia un commento