Natale con chi vuoi, la festa canturina più matta che c’è

0 1570

Panettone is on the table, and everybody’s drinking Moscato, dice una delle canzoni di Natale che amo di più, uscita nel 1995 grazie al Complesso Misterioso, il cui ritornello ricordava il tradizionale Christmas with the yours, Easter what you want. Da otto anni, invece, All’Unaetrentacinquecirca di Cantù, si racconta una storia diversa, fatta di musica, facce, sorrisi e tanto divertimento. «Per noi la sera di Natale è sempre stato un momento pigro e noioso – mi racconta l’organizzatore David Marelli, aka Dj Dama, di Mondovisione – così ci siamo inventati Natale con chi vuoi, una festa che potesse essere un pretesto per incontrare gli amici e tirare le somme di quello che la scena musicale locale aveva proposto nel corso dell’anno. Abbiamo iniziato con due serate, il 24 e il 25 dicembre, ma le richieste da parte delle band di poter suonare sono diventate talmente tante che abbiamo aggiunto il terzo appuntamento nel giorno di Santo Stefano. Un party che pare non finire mai, un’occasione per chi vuole scappare di casa e ritrovarsi in un’atmosfera accogliente e pazzesca, ed è bellissimo vedere come ogni anno l’evento cresca e richiami un pubblico sempre più numeroso e coinvolto, riunendo tantissime realtà musicali del territorio.»

Si parte la sera della vigilia, dalle 23.30 in poi, con un doppio dj set, che vedrà scendere in campo tutta la playlist trash Settanta/Ottanta delle Sorelle Manetta (Marco de Marco, Andrea Zorzetto e Dario Galetti) insieme ai grandi successi di Ma come fanno le segretarie con gli occhiali a farsi sposare dagli avvocati (Emil e Pilli Colombo).

Il 25 e il 26 lo spazio sarà tutto per musicisti e gruppi a chilometro zero, che dalle 22 fino alla chiusura del locale si alterneranno sui due palchi allestiti per l’occasione, accompagnati da Warm Up & Closing DJ set a cura di DJ Hassan e dalle birre artigianali Vetra.

MSTR

A Natale si esibiranno gli R.d.G. (Rumore di Gente), il duo canturino Effetto53, gli Altrove, un trio instrumental post/rock seregnese, Ragazzo Nutria (Iron Mais) & Cippa (ex cantante dei Tabascos), il busker cabiatese Stefano Floreani Il Figlio, Il Periodo Ipocondriaco, duo tutto al femminile, il cantautore Roberto Casanovi, i Red Velvet Acoustic Trio e, per finire, giocheranno in casa i giovanissimi Daikon, con il loro alternative punk e la follia degli MSTR, guidati da un istrionico Joe Pagani.

DAIKON E SENCH

A Santo Stefano sarà la volta del duo La forma delle nuvole, seguiti dal rock pop alternative dei Charlirancol, dal glam dei Faz Waltz, dal folk dei Rusumada e dalle atmosfere incantate degli Amandla. A scaldare ancora di più il pubblico penseranno The Snipers, band punk rock, il pop dei Transenna, le sonorità rockabilly di Al&theDampers e la carica dei Labradors. Ad arricchire ancora di più la festa, un trittico davvero notevole: i Potage, una vera propria istituzione che da più di trent’anni dispensa rock e ironia, Emil, cantautore canturino dall’indole cinica e romantica e La Band di Natale, un gruppo di musicisti provenienti da realtà diverse che si riunisce una sola volta all’anno, e, di solito, con loro sul palco, le cose vanno più o meno così:

Un appuntamento imperdibile per smaltire lasagne e cotechini, brindare tutti insieme e godersi il lato migliore del Natale, quello rock. Auguri!

Ingresso gratuito

(Foto di Manuel Codo, edizione 2015)

 

Lascia un commento