Musica e arte nel segno di Lortie: è LacMus

musica-e-arte-nel-segno-di-lortie-e-lacmus
0 1221

Un nuovo festival internazionale di musica sul Lago di Como. Dal 9 al 19 luglio vedrà la luce LacMus, cartellone di musica, arti e accademia ideato e voluto dal pianista franco-canadese di fama internazionale Louis Lortie insieme al direttore d’orchestra Paolo Bressan. Gli eventi d’arte prenderanno suono nei territori della Tremezzina, in sedi uniche per la loro bellezza come Villa Balbianello a Lenno a Villa Carlotta a Tremezzo, le chiese di Santo Stefano a Lenno e del Sacro Monte di Ossuccio.

Louis Lortie

Augustin Dumay

Il programma completo del festival annuncia per la prima edizione 2017 quattro concerti e un evento speciale, la Greenway musicale del Lario. L’avvio, con il concerto di apertura, sarà domenica 9 luglio alle 18: il Santuario della Madonna del Soccorso di Ossuccio, patrimonio dell’umanità dell’Unesco, ospiterà una meditazione musicale proposta dal soprano bavarese Christiane Karg (nella foto in alto). La cantante proporrà un itinerario nel mondo del Lied duettando con il violinista francese Augustin Dumay, mentre alla tastiera del pianoforte si alterneranno i due ideatori del Festival, Lortie e Bressan. In apertura di concerto è prevista la Sonatina schubertiana per violino in la minore D 385, seguita dalla celeberrima Ave Maria con i lieder Mignons Gesang da Goethe e Mio ben ricordati da Metastasio. Quindi, verso il secondo Ottocento con il Sonetto 47 del Petrarca di Liszt, Giochi d’acqua a Villa d’Este e i tre lieder Oh quand je dors, Angiolin dal biondo crin e Der du von dem Himmel bist ancora di Franz Liszt. Con due liriche di Richard Strauss, il congedo è affidato a Sommerabend, Mondnacht e In stiller Nacht di Johannes Brahms, il ricordo della cui presenza sul Lario è la rivelazione di questo primo festival. Ingresso libero.

Giovedì 13 luglio alle 21 il festival si trasferirà per il suo secondo concerto nella fascinosa ambientazione di Villa Carlotta a Tremezzo, dove recenti indagini d’archivio hanno confermato con nuove testimonianza la presenza di Johannes Brahms. Il tardo romanticismo e l’anniversario del centoventesimo dalla morte del comppositore tedesco orienteranno il programma musicale verso il Quintetto per pianoforte e archi brahmsiano, proposto fra gli altri ancora da Augustin Dumay e Louis Lortie.

Villa Carlotta

I giovani artisti della Cappella Musicale Regina Elisabetta del Belgio saranno protagonisti del terzo concerto, venerdì 14 luglio alle 19 presso Villa del Balbianello a Lenno, in uno spumeggiante ed esplosivo Hommage à la France, nel giorno della festa nazionale che ricorda la presa della Bastiglia, mentre l’archetto prestigioso del grande violinista italiano Giuliano Carmignola costituirà il vertice del festival domenica 16 luglio alle 19 al Grand Hotel di Tremezzo, con un concerto interamente dedicato a Vivaldi e interpretato insieme all’Accademia dell’Annunciata.

Giuliano Carmignola

Villa Balbianello

Tutta particolare, per completare l’elenco di manifestazioni del festival, l’esperienza annunciata come estatica per i cinque sensi di sabato 15 luglio a partire dalle 17: da Villa Balbiano, verso la Casa d’arte Brenna-Tosatto in Piazza Campidoglio, lo studio del pianista Louis Lortie, la scalinata a lago di Villa Monastero fino a Villa del Balbianello il Festival di musica, arti e accademia LacMus proporrà di percorrere una Greenway musicale punteggiata lungo il percorso da un suggestivo itinerario sonoro.
Il concerto del 9 luglio alla Madonna del Soccorso di Ossuccio sarà a ingresso libero; per i concerti dal 13 al 16 luglio sono previsti biglietti di ingresso singolo a 30 auro (ridotti a 20 euro per i residenti nei Comune di Tremezzina e gli studenti sotto i 26 anni). Sarà possibile acquistare anche un abbonamento per tutti i concerti a 100 euro (ridotto a 70 auro per le medesime categorie dei biglietti singoli).
Tutte le informazioni dettagliate sul festival LacMus sono disponibili in rete al sito lacmusfestival.com e sui principali social.

Lascia un commento