MercoleGreen alla riscossa tra Cernobbio e Como

tomelleri-della-torre-e-turati-per-un-ricco-mercolegreen
0 802

Ritornano gli appuntamenti di MercoleGreen che, come la scorsa settimana, iniziano da Cernobbio. Si parte alle 18.30 dalla Cantina Frasca di via Regina 53 con evergreen pop, soul e rhythm’n’blues interpretati dal duo della cantante Vera Calacocci e del chitarrista Luca Luke Ghioldi.

Alle 19 all’Osteria del Beuc di via Cavallotti 1 due pilastri del jazz italiano: Paolo Tomelleri (sax e clarinetto, nella foto in apertura) e Bruno Lavizzari (pianoforte). Tomelleri non ha bisogno di presentazioni: gran parte degli artisti emersi alla fine degli anni Cinquanta gli deve qualcosa. Destreggiandosi tra numerosi strumenti, appare nelle incisioni di grandi come Gaber, Jannacci, Tenco e Celentano, ma il suo grande amore è sempre stato il jazz a cui ha dedicato una carriera lunga e ricca di soddisfazioni, fatta di innumerevoli concerti, tanti dischi e svariate collaborazioni e formazioni. Nel comasco si è esibito spesso in tempi anche recenti e ha insegnato nel Conservatorio cittadino. Lavizzari ha iniziato lo studio dello strumento fin da giovanissimo: è partito dalla musica classica, ma è stato ben presto sedotto dalla strada parallela del jazz. E non solo: tra le sue esperienze professionali va ricordata la collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano per due stagioni con una tournée europea dell’opera di Bertolt Brecht L’eccezione e la regola, per la regia di Giorgio Strehler. Ha collaborato anche con musicisti importanti come Tony Scott, Sergio Fanni, Paolo Tomelleri, Gianni Bedori, Anna Bakia e molti altri.

Giulia LarghiFabio De Girolamo e Claudio Pietrucci

L’Onda è, da sempre, un punto di riferimento per la riva di Cernobbio. Alle 19.15 ospita lo swing di Giulia Larghi (violino), Claudio Pietrucci (chitarra) e Fabio De Girolamo (contrabbasso).

Spostandoci a Casate, al Quarantaquattro di via d’Annunzio 44 alle 19.30 troviamo un connubio elettroacustico, quello che vede confrontarsi il dj Fabio Borghetti con un jazzista di razza, Max Turati alle ance.

Gerry Gey e Max De Palma

Infine al Lighthouse di via Garibaldi 59 la jam session in blues a cura di Gerry Gey e Max De Palma a partire dalle 21.30.

Lascia un commento