Martinović a Loveno per il Lake Como Festival

martinovic-a-loveno-per-il-lake-como-festival
0 708

Capita di sentir chiedere: quali sono i compositori di oggi? Una risposta molto interessante ci viene dal concerto di venerdì 13 maggio del Lake Como Festival. Alle 20.30, a Villa Vigoni di Loveno di Menaggio, la rassegna curata da Floraleda Sacchi presenta il pianista Ratimir Martinović in un concerto che, dallo Chopin del Secondo scherzo in si bemolle minore e dell’Andante spianato e grande polacca brillante op. 22, passerà a brani di autori est europei dell’ultimo Novecento come le Sette danze balcaniche di Marko Tajčević, Frammenti di Vasilije Mokranjac nonché le Danze per pianoforte e la suite per pianoforte solo Intimacies di Vasilije Mokranjac.

La ricerca di nuova musica va di pari passo con le doti musicali del pianista montenegrino Martinović, che la critica ha giudicato possessore di una «combinazione ideale di intelletto, tecnica e passione, concentrazione e controllo, straordinario potenziale dinamico, idee originali e interpretazioni non convenzionali». Laureato nel 1999 dalla classe di Kemal Gekic presso l’Accademia serba delle Arti di Novi Sad, è attualmente professore ordinario di pianoforte presso l’Accademia di belle arti di Novi Sad, lavorando con pedagoghi ben noti e pianisti quali Ivo Pogorelich, Karl-Heinz Kammerling, Hiroko Nakamura, Jacques Rouvier, Arie Vardi, Sergio Perticaroli: pur vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali, Martinović si è ritirato presto dai palcoscecnici delle competizioni dedicando il suo tempo ai concerti e all’insegnamento.

Oltre settecento recital, concerti di musica da camera e con orchestra in quasi tutti i paesi europei, America e Asia fanno il curruculum attuale del pianista, che suona anche come solista con orchestre come la Sinfonica di Berlino, Mexico State Symphony, Czech Radio Symphony, Filarmonica di Belgrado, Radio-Televison Serbia Symphony così come Viotti Orchestra, Kaliningrad Chamber Symphony, Archi di St. Georg, Giovani Solisti Europei, L’Orchestra del North Shore e altri complessi cameristici con violoncellisti Misha Maisky e Kirill Rodin.

Martinović ha inciso due dischi con le opere di Bach / Tausig, Mozart, Chopin, Brahms, Prokofiev; è il fondatore e membro del KotorArt Trio.

L’ingresso al concerto, organizzato in collaborazione con il Centro italo tedesco per l’eccellenza europea di Villa Vigoni, prevede un biglietto a 10 euro (7,50 euro ridotti e convenzioni). Hanno accesso gratuito tutte le persone fino a 14 anni, tutte le persone non vedenti o portatrici di handicap e i loro accompagnatori e i soci e tesserati Amici di Amadeus Arte. I biglietti sono in vendita presso la sede del concerto. La biglietteria apre un’ora prima dell’inizio del concerto.

Lascia un commento