L’Irish night di Cantù si accende di musica con i Folkamiseria

0 856

Originari del Piemonte orientale, i Folkamiseria nascono nel 2007 e sono la pura essenza folk in vera chiave rock. Attivissimi sulla scena live, con più di seicento concerti in club, piazze e molti importanti festival italiani (Celtica, Busto Folk, Montelago Celtic Festival, Celtival, Abruzzo Irish Festival, Paddy’s, Folkermesse, Zingaria, Brintaal, RaggaPiave), hanno diviso il palco con artisti di calibro internazionale come Inti Illimani, Edoardo Bennato, Modena City Ramblers, Carlos Nuñez, Folkstone, Dubioza Kolektiv, Kocani Orkestar, Skerryvore, The Rumjacks, Corvus Corax, Hevia, Alberto Morselli, Celkilt e Here Be Dragons. La loro libera interpretazione di pezzi folk appartenenti alla tradizione europea, dall’Irlanda al Sud Italia, dalla Francia alla Spagna e all’Est Europa,  sapientemente mixati a brani di loro composizione influenzati da molteplici correnti musicali, costruiscono un interessante ed eclettico melting pot che spazia dai Pogues ai Gogol Bordello, dai De Dannan ai Jethro Tull, pienamente espresso negli album Musici mosaici del 2014 e The irish side of Piemonte del 2016, che evidenziano la capacità della band di prendere dei brani tradizionali e renderli più moderni nel sound, senza comunque alterarne la genuinità originale, cogliendo distintamente in essi venature di swing, prog, black music, elettronica e rocksteady.

Venerdì 12 maggio, dopo due settimane di tour nel centro Italia, Jacopo Ventura (voce, chitarra, bouzouki), Milo Molteni (violino), Lorenzo Prealoni (flauti, cornamuse, bodhran), Andrea Sica (basso, chitarra), Mauro Pelletti (percussioni, batteria, ghironda) e Andrea Lentullo (fisarmonica) approdano All’Unaetrentacinquecirca di Cantù, per presentare la loro ultima creatura, Follia, un disco in bilico tra rock, folk e blues, tra reggae e pop, tra musica irlandese e dialetti italiani, che ha visto la luce nel marzo di quest’anno e vanta la presenza di tre ospiti speciali: Stefano Bellotti, in arte Cisco, cantante storico dei Modena City Ramblers, Lorenzo Monguzzi, voce dei Mercanti di Liquore e chitarra di Marco Paolini e i torinesi Bandakadabra, con i loro esplosivi arrangiamenti swing.

Creativi, grintosi ed ironici, i Folkamiseria sono sorpresa e certezza, festa e passione, ritmo e risata, come dimostra questo video, girato in occasione del Saint Patrick’s Day 2017.

Un concentrato di energia e talento per una serata in pieno stile irlandese che non potete assolutamente perdere, perchè i ragazzi sono bravi, simpatici e pure belli, che non guasta mai. Ve lo posso garantire.

Ingresso 5 euro.

Lascia un commento