L’equazione del tempo di Keis a Cantù

lequazione-del-tempo-di-keis-a-cantu
0 709

«Salviamoci dal futuro, dai cieli artificiali, dalle comodità degli umani che ci fanno tutti uguali». Sono queste le parole del ritornello di Futuro inferno, primo singolo pubblicato da Keis. Un brano dove chitarre crunch si fondono a sintetizzatori e suoni elettronici, e le liriche intense e crude allo stesso tempo, fanno trasparire in maniera chiara il monito che l’artista vuole trasmettere alla questa generazione e a quelle future. Il tema trattato è un ipotetico prossimo futuro, dove le macchine e le intelligenze artificiali governano le vite di noi essere umani, portandoci a esserne totalmente assuefatti e dipendenti.

Il singolo anticipa il primo album di Keis, L’equazione del tempo in uscita a febbraio. Un doppio concept con venti canzoni inedite e suddivise in due parti ben distinte che l’artista spiega così: «Black side si distingue per i suoni elettrici ed elettronici e per un attitudine decisamente rock. White side, invece, è caratterizzato da atmosfere e suoni più acustici e rivela il mio lato più cantautorale». Il disco verrà presentato venerdì 17 febbraio a Cantù All’Unaetrentacinquecirca (ingresso a 3 euro).

Keis è un cantautore, autore, polistrumentista e busker. Nel corso degli anni si è esibito su molti palchi italiani ed esteri con i suoi progetti musicali, tra cui la rock band Lurlo con cui ha inciso e pubblicato tre dischi. Allo stesso tempo come busker, dal 2002 a oggi, si è esibito in moltissime piazze con il progetto Coquitos du monde, portando la sua musica in giro per l’Italia e l’Europa.

Lascia un commento