Leclère apre il Lake Como Festival

lake-como-festival-debutto-a-como-con-i-quadri-di-unesposizione
0 687

Lake Como Festival inaugura il proprio cartellone 2017 mercoledì 19 aprile alle 21 in Sala Bianca con la verve del pianista francese Hugues Leclère. Il contesto fascinoso del Ridotto del Teatro Sociale sarà la cornice ideale all’ormai consueto appuntamento promosso dal festival con Rotary Club BaradelloLarioIN a fini benefici, quest’anno a supporto della realizzazione del corso di formazione I disturbi dello spettro acustico in età evolutiva de La Nostra Famiglia. La serata musicale ha in programma la Sonata Patetica op. 13 in do minore di Beethoven, i quattro Preludi del secondo libro di Debussy La puerta el vino, Bruyères, Ondine e Feux d’artifice e la raccolta musicale descrittiva di Quadri di un’esposizione di Musorgskij. «Sono molto felice di poter proporre per questa occasione speciale Hugues Leclère – annuncia Floraleda Sacchi che, di LakeComo Festival, è la guida artistica e organizzativa – Ha suonato in tutto il mondo con le orchestre più prestigiose, inciso numerosi dischi e inventato originali programmi musicali con noti comici francesi perché l’ironia deve accompagnarsi a chi fa musica per il piacere di condividere questa gioia con gli altri».

Da parte dell’arpista comasca e direttrice del festival ci sono parole invitanti riguardo ai contenuti musicali specifici del concerto di Leclère in Sala Bianca. «Parte da qualcosa di molto classico come la sonata di Beethoven, per colorarsi subito dopo delle tinte impressioniste nei quattro preludi di Debussy, autore di cui è unanimemente riconosciuto grande interprete. Ninfe d’acqua, brughiere, fuochi d’artificio… gli acquerelli di Debussy preludono a un ultimo grande celebre brano pianistico: i Quadri di un esposizione di Moussorgski. Un uomo passeggia tra i quadri di un esposizione, si sofferma davanti a essi e da ognuno scaturisce una musica: ci sono bambini che giocano, l’agitazione di un mercato, l’atmosfera sepolcrale delle catacombe, fino alla maestosa Grande porta di Kiev che trabocca maestosa dal pianoforte e giustifica pienamente l’altrettanto celebre versione orchestrale che Ravel ha fatto di questo brano. Un programma vario e colorato che spero emozionerà i presenti».

L’ingresso in Sala Bianca prevede un biglietto a 10 euro, acquistabile direttamente prima dell’inizio del concerto o in rete attraverso i circuiti vivaticket.it e biglietteria.ch. Tutto il programma del LakeComo Festival 2017, contestualizzato in luoghi fra i più belli di Como, del suo lago e della Brianza comasca, è disponibile al sito lakecomofestival.com Stefano Lamon

Lascia un commento