L’amore e la violenza dei Baustelle all’Alcatraz

lamore-e-la-violenza-dei-baustelle-al-carroponte
0 398

Charlie fa surf da 21 anni ma è come se fosse ogni giorno la prima volta, perché lo spirito e l’intenzione sono esattamente gli stessi, anche nella sopraggiunta maturità. I Baustelle hanno proprio questo, di speciale: il fatto di essere rimasti comunque fedeli alle proprie origini, senza mai smettere di sperimentare e arricchire atmosfere e sonorità. La prova è facilmente rintracciabile nella loro ultima fatica discografica, L’amore e la violenza, che Francesco Bianconi, cantante e chitarrista della formazione, ha definito “colorata”: «Questo disco è colorato perché libero – ha affermato – perché osa nel mettere in collisione materiali e ispirazioni musicali di matrice diversa, nel mischiare alto e basso, sacro e profano». Dall’album sono stati estratti tre singoli, l’ultimo in ordine di tempo è Betty. È uno dei pezzi più popolari del disco e la protagonista ha, finalmente, un volto.

E anche una storia, pensata e scritta da Francesco Bianconi che, con il regista Fabio Capalbo, ha diretto il video: «È il racconto della protagonista, che decide di documentare un’intera giornata della sua vita, forse l’ultima. Una sorta di video-selfie, di video-analisi, che porta lo spettatore a essere intimamente vicino agli avvenimenti che scandiscono una giornata vissuta sul confine tra inquietudine e normalità».

«Sono amico di Betty, usciamo insieme. Andiamo agli aperitivi e ai concerti, incontriamo persone per strada, nei bar e nelle camere da letto – scrivono i Baustelle sulla loro pagina ufficiale – Abbiamo profili memorabili e foto che non riusciamo a stampare. Vorremmo sedurre il mondo. A lei piace una musica, a me un’altra. Spesso facciamo le cose che non vorremmo fare. Quando non stiamo insieme la spio. Come lei, senza un motivo a volte rido e a volte piango. Sono arrivato a una conclusione: Betty siamo noi».

Baustelle: Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi e Claudio Brasini

Un album «oscenamente pop», protagonista di un tour di grande successo che approderà all’Alcatraz di Milano dopo l’annullamento del concerto al Carroponte causa maltempo, e vedrà esibirsi, insieme al nucleo storico composto dallo stesso Bianconi, Rachele Bastreghi (voce e tastiere) e Claudio Brasini (chitarre), anche Ettore Bianconi (elettronica e tastiere), Sebastiano de Gennaro (percussioni), Alessandro Maiorino (basso), Diego Palazzo (tastiere e chitarre) e Andrea Faccioli (chitarre). Inizio concerto ore 21.30, ingresso a 25 euro.

Lascia un commento