L’alchimia degli Alchecengi per Intrecci di popoli

lalchimia-degli-alchecengi-per-intrecci-di-popoli
1 1793

Sabato 13 maggio, in occasione del festival delle culture comasco, Intrecci di popoli, in piazza Martinelli ha suonato il collettivo Alchechengi, proponendo il progetto Ubuntu Musica, diretto dal maestro Giovanni Gianda Bedetti. Ubuntu è un termine della lingua swahili che può essere tradotto come «benevolenza verso il prossimo». Non poteva esserci un termine più adatto per descrivere questo collettivo, nato come terapia musicale rivolta agli utenti del dipartimento di sanità mentale dell’ospedale Sant’Anna e poi allargatosi sempre più, fino a contare oltre trenta membri di tutte le età, accomunati dalla passione per il suono e per la sperimentazione musicale e dalla voglia di mettersi in gioco per costruire musica insieme. I brani proposti dagli Alchechengi uniscono suoni e lingue diversi, urla, risate, movimenti, danza. Parti corali e parti individuali, strumentali e vocali, si uniscono e sovrappongono, così come si uniscono e sovrappongono lingue e dialetti, parlato e canto. La musica vive di continui scambi tra i musicisti, che hanno la possibilità di emergere dalla collettività nelle parti soliste ma senza mai sovrastare gli altri. Nonostante le tante diversità tra tutti i componenti del collettivo, la grande energia e la voglia di esprimersi di tutti, ha permesso di creare brani in cui ognuno ha potuto dare il suo contributo personale in modo differente ma perfettamente integrato all’insieme musicale.

Un’esperienza unica, che ha coinvolto il pubblico, invitato a muoversi tra le sedie dalle cantanti scese dal palco, e che ha trasmesso tutto l’entusiasmo che i musicisti hanno messo in ogni pezzo. Tutti gli spettatori (o quasi) hanno avuto voglia di partecipare attivamente alla performance, ballando e agitandosi, cantando i ritornelli, invitandosi a vicenda a ballare.

1 commento

17 maggio 2017 alle 22:42

Clara Latorraca
sei riuscita a cogliere cio’ che gli Alchechengi vogliono trasmettere
con la loro Musica i Canti e l’ energia del Suono
Contenti di questa critica positiva e felici del coinvolgimento di tante Persone.
Grazie Clara speriamo di vederti al prossimo Concerto. MonicaTettamanti

Lascia un commento