La Greenway musicale del LacMus Festival

0 542

Il penultimo appuntamento del Festival internazionale di musica, arti e accademia ha in serbo non poche sorprese. Per la sera di sabato 15 luglio, infatti, LacMus si fa itinerante: dal tardo pomeriggio alla sera sarà possibile percorrere la cosiddetta Greenway musicale, da Ossuccio a Lenno, attraverso i luoghi più suggestivi della Tremezzina. La partenza è prevista intorno alle 17 da Villa Balbiano, dove Liya Petrova e Miguel da Silva eseguiranno il Duo per violino e viola di Wolfgang Amadeus Mozart.

la-greenway-musicale-del-lacmus-festival

Villa Balbiano

Si proseguirà poi in direzione Lenno, toccando la Casa d’arte Brenna Tosatto, in cui Djordje Radevski e Viktoria Vassilenko interpreteranno Dolly suite op.56 di Gabriel Faurè, piazza Campidoglio, con l’esibizione di Hélène Desaint e Miguel da Silva su Lament for two violas di Frank Bridge, lo studio del maestro Louis Lortie, in cui lo stesso pianista, insieme a Nathanaël Gouin, eseguirà due Danze ungheresi di Johannes Brahms, e, infine, la scalinata a lago di Villa Monastero, che vedrà esprimersi il talento di Liya Petrova, Hèléne Desaint e Astrig Siranossian sulle note della Serenata op. 9 di Ludwig van Beethoven. Il suggestivo percorso sonoro terminerà nella loggia di Villa del Balbianello, dove Augustin Dumay, Liya Petrova, Miguel da Silva, Adrien La Marca e Astrig Siranossian si cimenteranno con il Quintet in g minor K516 di Wolfgang Amadeus Mozart.

Lascia un commento