La Celtic Harp Orchestra per Marcelino Pan y Vino

la-celtic-harp-orchestra-per-marcelino-pan-y-vino
0 1435

È l’orchestra di arpe più conosciuta e apprezzata del mondo. Non è un’esagerazione: in quella che ormai è una lunga attività, la Celtic Harp Orchestra si è esibita ovunque raccogliendo sempre grandi successi. Tanto che è arrivato anche il momento di raccogliere davvero i pezzi migliori per un Best of 2005 – 2015. Ed è stato un 2016 ancora denso di soddisfazioni per Fabius Constable e la sua compagnia di liberi arpisti: a Milano hanno riempito la Cattedrale per una performance che sarebbe riduttivo definire suggestiva prima di dare vita all’ormai tradizionale appuntamento natalizio a Villa Olmo. Ma la Cho si è esibita in tutto il mondo riscuotendo grande successo. Constable ha collaborato con artisti del calibro di Andrea Bocelli, Carlos Nuñez, Tadao Ando, Mirdhin, Arnoldo Foà, Marco Luci, il grande armonicista classico Willi Burger, Ron, il coro di voci bianche della Nhk (l’emittente di Stato nipponica) e molti altri.

Fabius Constable

Sabato 25 febbraio una performance benefica nella chiesa parrocchiale SS. Annunciata di Lurate Caccivio per affiancare e sostenere, non per la prima volta, una realtà ben nota sul territorio: La casa famiglia Marcelino Pan y Vino fondata nel 1992 da Mario Vidori, missionario laico proprio di Lurate Caccivio, come parte integrante del Progetto amico, con l’obiettivo di promuovere la formazione integrale di bambini e adolescenti lavoratori, i cosiddetti NATs (dallo spagnolo Niños y adolescentes trabajadores). «Attraverso una pratica pedagogica adattata alle necessità e alle richieste dei NATs, alla loro realtà e alle loro proposte, s’intende sviluppare in loro le capacità e le competenze che gli permettano di esercitare il ruolo di protagonisti della propria vita e come soggetti sociali. La Casa Marcelino Pan y Vino si trova a Huamachuco, una cittadina sulle Ande Peruviane del Nord a 3.200 metri. di altitudine, in una zona dimenticata dallo Stato e fuori dalle rotte turistiche, nonostante un patrimonio storico-culturale di indubbio valore. Capoluogo di provincia, sta cominciando a svilupparsi ultimamente, mentre nelle zone al di fuori della città, grandi settori della popolazione vivono in condizione di povertà estrema. È in questo vasto e difficile scenario che opera il Progetto Amico. La situazione dell’infanzia è critica se si pensa che circa il 73% dei bambini dai 6 ai 9 anni soffre di denutrizione cronica e il tasso di mortalità infantile è del 45,5% dei nati vivi. Per la maggioranza le famiglie sono contadine, con una media di cinque membri. Le entrate economiche sono spesso insufficienti per coprire anche i bisogni primari. Per questo motivo molti bambini e adolescenti incominciano a lavorare fin dai 6 anni. Della popolazione della provincia di Huamachuco circa il 10% di minori lavora.  Il Progetto amico nasce da una scelta mirata per bambini e adolescenti lavoratori, ma è aperto anche a tutti i minori in condizioni di povertà, difficoltà e rischio».

Sarà possibile contribuire ai progetti dell’Associazione Marcelino Pane y Vino con una semplice offerta libera.

Lascia un commento