Jazz, blues, swing: è MercoleGreen

0 929

Mercoledì? MercoleGreen, quindi. Il 28 giugno si parte da Cernobbio alle 19: in riva l’Onda presenta il duo jazz di Sandro di Pisa e Francesco Licitra. Di Pisa è un personaggio eclettico: chitarrista jazz, ma anche musicologo, didatta, arrangiatore, cabarettista e cantautore. Ha suonato nei contesti più svariati con innumerevoli musicisti europei, meritandosi la fama di juke box vivente per la vastità e versatilità del suo repertorio. Negli ultimi anni si è dedicato soprattutto a una originale rilettura del repertorio swing tradizionale e del mainstream jazz, generi in cui si può considerare uno dei pochi specialisti italiani. Tipico del suo stile è l’uso di ironiche citazioni improvvisate, tratte spesso e volentieri da materiali musicali non propriamente jazzistici: sigle televisive, cartoni animati, jingles pubblicitari, motivetti di successo. Un modo ironico di concepire la creatività musicale che si riassume nel suo progetto Ridere con le orecchie. Licitra comincia a suonare il sax contralto a nove anni e successivamente passa allo studio del clarinetto. Studia pianoforte al Conservatorio di Caltanissetta e dopo molte esperienze nella musica commerciale si traferisce a Milano dove scopre la musica jazz. Si diploma in Sound Engineering e prende parte a molte sessioni di registrazione come musicista, compositore e arrangiatore. Oggi Francesco è un musicista molto richiesto a livello locale per gusto, swing e sensibilità.

Alle 19.30 all’Osteria del Beuc di via Cavallotti 1 un polistrumentista, Max Turati, incontra un dj, Fabio Borghetti. Nome di punta delle ultime stagioni del mitico Rolling Stone, lo storico tempio del rock milanese, Borghetti può contare su una formazione professionale alquanto versatile, che passa dalla dance al rock, attraverso contaminazioni multiple, per arrivare alle ultime tendenze della scena internazionale, seguendo un gusto libero da preconcetti e limitazioni. Un passato da cantante con una rock band, un presente da giornalista e critico musicale, anche per BiBazz, e alcune collaborazioni con il mondo della radio, sono le sue esperienze più importanti. Turati suona pianoforte, sassofono soprano, tenore e alto, accordeon cromatica, tastiere, flauto traverso, armonica cromatica e canta spaziando in tutti i generi musicali con vent’anni d’esperienza alle spalle.

Fabio Borghetti e Max Turati

Alle 20 alla Cantina Frasca di via Regina 53 il duo della violinista Giulia Larghi e della violista Chiara Zabatta. Spostandoci a Casate, al Quarantaquattro di via d’Annunzio 44 alle 19.30 omaggio al grande clarinettista e bandleader Benny Goodman.

Charlie Cruz

Jam session blues, infine, alle 21.30 Lighthouse di via Garibaldi 59, sempre alle 21.30 con Max Prandi (nella foto in apertura) e Charlie Cruz. In questo caso si tratta di una jam session con il duo, che allinea musicisti di lungo corso e di grande esperienza, a fornire le basi per chi si volesse unire. Quindi si può scegliere in base alla tipologia di musica, alla tipologia di locale, oppure (consigliato), partire da un punto per fare un piccolo itinerario musicale.

Lascia un commento