Jaselli e Black Beat Movement a Tremezzo

jaselli-a-cantugheder
0 735

Chiusa la prima parte dedicata al jazz e alle contaminazioni, giunge al giro di boa il Tremezzina Music Festival, che venerdì 19 agosto dedica il terzo appuntamento a sonorità che vanno dal rock al blues per arrivare al nuovo soul e all’hip hop. Sul palco del Parco Teresio Olivelli a Tremezzo, a partire dalle 21 sono previste altre due esibizioni diverse tra loro ma accomunate da un percorso che attraversa un ampio ventaglio di generi musicali, sull’onda di ritmiche sempre ballabili e coinvolgenti: Jaselli e Black Beat Movement. Jaselli è la creatura di Jack Jaselli (voce e chitarra, nella foto in alto), che accompagnato dagli inseparabili Max Elli (voce e chitarre) e Nik Taccori (voce, batterie e percussioni). Porterà sul Lario il suo Monster moon tour. L’applaudito giro di concerti fa riferimento all’album Monster moon, ultima impresa dell’eclettica formazione e frutto di quasi due anni di scrittura da parte di Jack, impegnato in un lavoro certosino sulle canzoni insieme ai compagni di avventura Max e Nik, con i quali costituisce un trio diventato ormai una famiglia nomade. Nato a Milano, il progetto ha poi preso forma a Los Angeles dove è stato registrato prodotto e mixato lo scorso anno. Jaselli è un fenomeno atipico nel panorama italiano, con una scrittura che, affondando le radici nel blues e nel soul, si sviluppa secondo scenari rock e metropolitani. Il debutto è del 2013 mentre Il secondo disco è un mini album acustico registrato dal vivo che ha aperto in seguito la strada al nuovo ambizioso progetto: fare musica, in Italia, in inglese e con un sound internazionale.

Naima Faraò (voce), Jacopo Boschi (chitarra e cori), Luca Javier Bologna (basso, sintetizzatori ed effetti), Luca Specchio (sax), Nico Roccamo (batteria e percussioni) e Dj Agly (scratches), sono invece i musicisti dietro al freschissimo progetto Black Beat Movement, una realtà che non smette di raccogliere stima e consensi presso un pubblico eterogeneo e trasversale che ama le fusioni tra generi e al tempo stesso il calore del repertorio classico della black music. Il soul futuristico del sestetto lombardo nasce a Milano nel 2012 e inizia ben presto a farsi notare nei circuiti alternativi mettendo nero su bianco composizioni che mescolando sonorità nu soul e hip hop. L’intensa attività live fa crescere in fretta la formazione che ad oggi è stata protagonista di almeno 300 concerti in soli tre anni di attività. Non sono mancati i palcoscenici di prestigio, in Italia e all’estero, in qualche caso aprendo gli spettacoli di artisti affermati come: Africa Unite, Sud Sound System, Statuto, Paola Turci, Clementino, Aprés la Classe, Hiatus Kaiyote, Luciano e The Coup. Lo scorso gennaio è uscito l’album Love manifesto, distribuito dalla Universal e realizzato in collaborazione con le etichette indipendenti Grande Onda e Maninalto!. La band si è esibita per ben due volte al popolarissimo Sziget Festival di Budapest dopo essersi aggiudicata il contest italiano e vanta una collaborazione con Bunna degli Africa Unite per il singolo Aflame. L’ingresso è, come sempre, libero. In caso di maltempo i concerti si terranno nel Teatro Teresio Olivelli, sempre a Tremezzo.

Lascia un commento