Incanto d’arpa e viola a Villa Carlotta con Floraleda Sacchi e Anna Serova

Floraleda Sacchi
0 700

Nella cornice che è inevitabile definire “splendida” di Villa Carlotta, a Tremezzina, sabato 10 giugno alle 17 si terrà il concerto del duo Anna Serova (viola) e Floraleda Sacchi (arpa) per la rassegna ComoLake Festival. Il programma prevede l’esecuzione di Après un rêve op. 7 n. 1 di Gabriel Fauré; Vocalise op. 34 n. 14 di Sergej Rachmaninov; Ständchen D957 n. 4 di Franz Schubert; Salut d’amour op. 12 di Edward Elgar; Liebestraum n. 3 di Franz Liszt; Leggenda op. 54 n. 5 e Ninna nanna nella tempesta op. 54 n. 10 di Pëtr Cajkovskij; Alfonsina y el mar di Ariel Ramirez; Cancion al albor del olvido di Alberto Ginastera; Escualo, Ave Maria, Verano Porteño, Primavera Porteña e Oblivion di Astor Piazzolla oltre alla première di una nuova composizione di Roberto Molinelli scritta appositamente per il duo.

Anna Serova

La violista Anna Serova ha ricevuto nei ultimi anni dediche da alcuni dei più importanti compositori contemporanei, i quali hanno creato per lei un  nuovo genere di composizione, unendo la forma del concerto all’azione scenica di un’opera di teatro. Con la comasca Floraleda Sacchi, riconosciuta dalla critica come una delle più interessanti arpiste sulla scena internazionale, porterà in scena il frutto di un suggestivo e incantevole sodalizio.

Floraleda sta vivendo un momento particolarmente felice della carriera. Oltre alla sua attività concertistica, sempre intensa anche su scala internazionale, ha recentemente pubblicato l’album sperimentale #Darklight, un disco che illumina un lato nuovo dell’artista, costantemente alla ricerca di inediti livelli espressivi dopo la esaltante accoglienza riservata due anni fa al suo precedente lavoro Intimamente tango. Adagio for strings (Samuel Barber/Tiësto), Till the end (Ólafur Arnalds) e Near light (Ólafur Arnalds) sono solo alcune delle affascinanti rivisitazioni realizzate dalla musicista per questo suo nuovo ambizioso progetto. Il disco è composto da 14 nuovi brani tra colonne sonore, successi dance e musica contemporanea, eseguiti con arpa elettrica ed elettronica e arrangiati o composti dalla Sacchi.

L’ingresso al concerto costa 15 euro e il biglietto comprende anche la visita alla mostra, al museo e ai giardini della villa.

Lascia un commento