Il sedicenne Gibboni chiude Como Classica

il-sedicenne-gibboni-chiude-como-classica
0 666

Il Prodigio Italiano chiude Como classica 2017. Ci sarà il fuoriclasse del violino di soli 16 anni Giuseppe Gibboni, a coronare la stagione di musica classica per tutti dell’associazione comasca: domenica 28 maggio alle 17.30, sul palcoscenico del Salone Musa del Carducci in viale Cavallotti, il direttore artistico Davide Alogna presenterà alla città il genio dell’archetto da lui premiato nel Premio crescendo 2016 di Firenze. Gibboni è ben oltre la figura di giovane promessa. Vincitore nella trasmissione Prodigi su Raiuno dello scorso dicembre, fresco di trionfo al Concorso internazionale Leonid Kogan di Bruxelles, a sedici anni Giuseppe frequenta il decimo anno al Conservatorio Martucci di Salerno sotto la guida di Maurizio Aiello, ma ha già superato da due anni la selezione per l’ammissione all’Accademia Stauffer di Cremona nella classe di Salvatore Accardo ed è stato ammesso nel settembre scorso al corso di alto perfezionamento dell’Accademia Perosi di Biella, che frequenta sotto la guida di Pavel Berman come destinatario di una borsa di studio triennale.
Con il violino Landolfi affidatogli della Fondazione Pro Canale di Milano, Giuseppe suonerà per i soci di Como Classica tre Capricci op. 1 (i numeri 1, 5 e 24), le Variazioni su God save the King e il primo movimento – con la cadenza di Sauret – del Primo concerto in re di Paganini; la Sesta sonata di Ysaye; l’ Humoreske op.101 n. 7 di Dvořák. Il concerto si concluderà con Hora staccato, il grande pezzo di virtuosismo del compositore rumeno Grigoraș Ionică Dinicu costruito sul tema della canzone popolare Ciocârlia.

Nonostante l’età giovanissima, i concorsi nazionali e internazionali vinti da  Gibboni non si contano: da citare, oltre al Valsesia – Viotti 2014, quelli dell’ultimo anno con l’ Abbado della Scuola Civica di Milano 2016 , il Crescendo Agimus Firenze, il Postacchini con premio speciale per l’esecuzione dei capricci di Paganini. Le presenze televisive di Giuseppe vanno da: Italia’s got talent in casa Mediaset a I fatti vostri di Raidue alla Sfida fra Conservatori di Raiuno eseguendo in diretta il Capriccio n° 24 di Paganini e portand alla vittoria con il 65 % dei consensi a livello nazionale iel Coservatorio salernitano, fino alla conquista del titolo mediatic di Prodigio Italiano di Raiuno in collaborazione con Unicef.
La major discografica Warner Classics ha già pubblicato un CD a suo nome, accompagnato dalla Nuova Orchestra da Camera Ferruccio Busoni diretta da Massimo Belli.

Lascia un commento