Il ritorno di Jono Manson

edoardo-de-angelis-e-jono-manson-due-grandi-musictellers
0 936

È sempre un graditissimo ritorno quello di Jono Manson, cantautore newyorchese in concerto sabato 25 novembre all’Acqua Cheta di Tremezzo, il lounge bar del parco Olivelli, per presentare i brani di The slight variations, il suo nuovo album.

Manson ormai è di casa nel nostro Paese, dove ha anche prodotto o ha collaborato a diversi album di autori emergenti incontrati nell’incessante peregrinare verso il prossimo concerto. È il caso del bluesman Paolo Bonfanti, con cui è arrivato a incidere in duo, di Stefano Barotti, dei Mandolin Brothers, dei Gang: sua la produzione degli ultimi due album, del grande ritorno, dei fratelli Severini. In proprio ha inciso tanti dischi. L’ultimo è questo The slight variations e la versione italiana, curata da Andrea Parodi per Appaloosa è arricchita dalle traduzioni di tutti i testi (e non è poco). A proposito di Italia, nel suo repertorio c’è anche una chicca che non può passare inosservata. È Never never land, traduzione de L’isola che non c’è, perla di Edoardo Bennato. Non capita spesso, anzi quasi mai, che un artista americano riconosca la grandezza di una canzone italiana tanto da volerla far conoscere nella sua lingua: questa è una piacevolissima eccezione.

È un artista eclettico, nato in una famiglia di artisti: sua madre danzava nella compagnia di Martha Graham e tutti conoscono i cugini di Manson, i fratelli Joel and Ethan Coen. Dal canto suo Jono ha capito prestissimo di essere destinato a diventare un musicista: ha fronteggiato il suo primo gruppo a soli sette anni, nel 1978. Bisogna aspettare gli anni Ottanta, però, perché un Manson ventenne si distingua in luoghi mitici come il Max’s Kansas City e il Cbgb’s come Joey Miserable and the Worms: è la più celebre e duratura di tante formazioni che vedono coinvolto questo musicista che è anche un bravissimo tecnico del suono, molto richiesto in sede di registrazione (oggi ha uno studio tutto suo). Da allora non si è più fermato.

Lascia un commento