Il Khora Quartet torna al Tittoni

khora-quartet-archirock-a-cantu
0 859

Quali sono i punti in comune tra la musica classica e il rock? Pochi, forse nessuno, se rivolgete questa domanda a chi arriva dal mondo classico. Tanti, tantissimi, risponderanno gli ascoltatori più attenti, ebbri dei pezzi per gruppo e orchestra dei vari Deep Purple, Metallica, naturalmente Beatles e anche Pink Floyd e… l’elenco potrebbe proseguire a lungo. Ma ogni tanto c’è qualcuno che getta un ponte, anzi… un arco, proveniendo dall’altro mondo. È il caso del Khora Quartet, di scena mercoledì 8 giugno alle 21.30 parco Tittoni di Desio. Luca Campioni (violino), Andrea Aloisi (violino che tanti ricordano nei Sulutumana), Simone Rossetti Bazzaro (viola) e Francesco Saverio Gliozzi (violoncello) rileggeranno Led Zeppelin, principalmente, ma anche Guns’n Roses, Queen e tutto quanto fa rock. Per ensemble quartetto d’archi. «Il repertorio allinea composizioni originali a standard jazz, rock ed evergreen italiani – raccontano – partendo dal rigore dell’idea musicale classica si lascia ampio spazio all’improvvisazione, non soltanto di matrice jazzistica ma anche in chiave più libera, universale e legata moltissimo alle possibilita? timbriche dei vari strumenti». Un’idea nata dal tour mondiale di Chocabeck di Zucchero, cui hanno preso parte tre dei musicisti (che suonano tutti anche altri strumenti – chitarra, pianoforte, batteria, percussioni) per arricchire di ulteriori sorprese le performance dal vivo. Soprattutto sono attenti al all’aspetto ritmico e timbrico, con effetti molto particolari che rendono i loro archetti quasi come bacchette di una batteria. «Khora – spiegano – deriva dal greco, significa ricevere ogni cosa, senza prendere mai la forma degli oggetti che ne diventano parte. È fatta per essere un modello per tutte le cose, che muove e prende la forma di cio? che riceve ed e? per questo che sembra ogni volta diversa». Prima erano lo String Island Quartet e, con questo nome, hanno collaborato con artisti come Fabrizio Bosso, Mark Isham, Enrico Rava, Sante Palumbo, Enrico Intra, Franco Cerri e altri ancora. In campo pop, si segnalano le collaborazioni con i Pooh, per la realizzazione e registrazione del musical Pinocchio, con Rossana Casale e Francesco Tricarico. Ma lasciamo la parola, anzi, la musica, a loro con questo medley di pezzi storici.

Lascia un commento