Halloween thriller! Ritorna Michael Jackson… o quasi

omaggio-a-michael-jackson-al-teatro-sociale
0 1369

Cos’hanno in comune Elvis Presley, Freddie Mercury e Michael Jackson? Sono tutti musicisti che hanno venduto milioni di dischi, celebri in tutto il mondo, personaggi carismatici. Ma sono anche icone, facilmente riconoscibili grazie al loro look che, pure cambiando, li rendeva inconfondibili. E hanno un’altra cosa in comune: non sono più tra noi. Non possono più esibirsi e chi non ha mai assistito a un loro concerto può solo sognare. Oppure… Oppure i fan di Michael Jackson possono rifarsi gli occhi (e le orecchie) lunedì 31 ottobre al Teatro Sociale con il Tribute show che Sergio Cortés ha dedicato al re del pop. È una vera e propria illusione: un sosia perfetto dell’artista che, in questo caso, non deve assomigliargli solo fisicamente. Deve anche indossare i suoi abiti attillati, il suo guanto, i suoi cappelli, deve saper cantare con una voce abbastanza duttile da tenere il passo con quella di Jacko (spesso inarrivabile, soprattutto sui toni più acuti) e, naturalmente, ripetere i passi di danza di quello che, unanimemente, è considerato anche il più grande ballerino – cantante della storia della musica nera (e bianca, e rock, e pop, e rhythm’n’blues e…). Impresa difficile, ma non impossibile: Cortés impressiona solo a vederlo. Un occhio poco attento fatica a distinguerlo dall’originale.

13_sergio-cortes_michael-jackson-live-tribute-show_b

Poi c’è lo spettacolo, che rivaleggia con quelli di Michael: sei ballerini che hanno studiato le coreografie originali ricreandole nei minimi dettagli sorretti da una live band. Anche il compito dei musicisti non è facile: si tratta di ricreare le atmosfere di canzoni che tutto il mondo ha imparato a memoria alla perfezione. Facciamo un po’ di conti. Se Thriller resta l’album più venduto di sempre con i suoi 65 milioni di copie (milone più, milione meno), anche Off the wall si difende con i suoi 20 milioni mentre Bad è arrivato a quota 45 milioni: sommando il tutto (ci sono anche Dangerous e Invincible, le raccolte, i dischi postumi) si arriva alla strabiliante cifra di 350 milioni di dischi. Senza contare quelli venduti con la band di famiglia, i Jackson 5. Insomma, non si può scherzare con Michael Jackson e Cortés fa, decisamente, sul serio.

E, attenzione, non si tratta di un lunedì sera qualsiasi: è Halloween, la notte delle streghe e, per estensione, anche degli zombi e quelli del video di Thriller non mancheranno di uscire dalle loro tombe per l’occasione. Ma si può essere… Scary anche nel pubblico: dalle 19 fino all’inizio dello spettacolo nella Sala Giuditta Pasta del Teatro (adiacente al foyer) saranno presenti quattro truccatrici del Cias per mostrificare chi ne farà richiesta.

Il vero Michael Jackson con il cast dello storico video di Thriller

Il vero Michael Jackson con il cast dello storico video di Thriller

Non è il primo tributo che va in scena al Sociale: negli anni scorsi sono sfilati omaggi ai Beatles, agli Abba, ai Queen, ora arriva Jackson… Manca solo Elvis. I biglietti per The Michael Jackson tribute show sono in vendita a 25 euro alle casse del teatro in piazza Verdi 1 e sono disponibili anche sul sito www.teatrosocialecomo.it.

Lascia un commento