Giovanni Truppi al Foce di Lugano

giovanni-truppi-al carroponte
0 484

Giovanni Truppi approda allo Studio Foce di Lugano venerdì 17 marzo alle 21.30 per la rassegna Raclette. Più di cento concerti in meno di due anni, un crescendo esponenziale dovuto soprattutto al passaparola tra pubblico e addetti ai lavori ed almagnetismo dei suoi live. Rock, avanguardia, e canzone d’autore; poesia e ironia, potenza espressiva e leggerezza, complessità e ingenuità sono i poli attraverso i quali si muovono le sue canzoni. Cantante, chitarrista e pianista come pochi, negli anni la musica di Truppi è stata accostata dai critici agli artisti più disparati (da Jeff Buckley a Giorgio Gaber, da Paolo Conte a Lou Reed) probabilmente per cercare di prendere le misure a un talento compositivo e performativo completamente inedito nel panorama italiano, che non è riconducibile a nessuna scuola pur mostrando di averne digerite molte e che fa della trasversalità e della felice convivenza di opposti uno dei propri tratti distintivi. Truppi si esibirà con il pianoforte da lui costruito: modellato, lavorato e rimpicciolito allo scopo di renderlo trasportabile! Una sorta di pianoforte sostenibile.

Truppi è nato a Napoli nel 1981. Ha esordito nel 2009 con il disco C’è un me dentro di me. A metà strada tra Piero Ciampi, Serge Gainsbourg e Giorgio Gaber, è un cantastorie inclassificabile: provocatorio e poetico, profondamente radicato in questi anni tumultuosi e assieme classico e senza tempo. Nelle sue canzoni gli aspetti più banali della vita diventano momenti di commovente grandezza e le tragedie, gli amori, i dolori vengono dissacrati attraverso le lenti dell’intelligenza e dell’ironia, in una altalena emotiva senza soluzione di continuità, nella quale l’ascoltatore spesso arriva a non sapere più se ridere o piangere. Il mondo è come te lo metti in testa è il suo secondo disco. In tempi recenti ha suonato costantemente in tutta la Penisola, è stato ospite del concerto del Primo Maggio a Taranto, è stato più volte opening act per Marta sui Tubi, Bobo Rondelli e Zen Circus. Il suo ultimo album si intitola semplicemente Giovanni Truppi.

Lascia un commento