Gianna: rock per Como, silenzio per le vittime di Nizza

gianna-rock-per-como-silenzio-per-le-vittime-di-nizza
0 940

Ci sono due Gianna che conosco e apprezzo moltissimo: una è la Gianna di Rino Gaetano e l’altra è la Nannini. Ieri sera avrei avuto modo di ascoltare la prima a Cantugheder: lì si sono esibiti i Vino Raro, band che omaggia in maniera strepitosa il cantautore e che vado a vedere appena possibile. Stavolta però ho bigiato: all’Arena del Sociale c’è stata la Gianna nazionale e l’occasione era imperdibile. Ho avuto modo di ascoltarla dal vivo solo durante Amiche per l’Abruzzo a San Siro nel 2009; era stato un evento da brividi e i duetti e le esibizioni corali delle cinque grandi (insieme a Gianna c’erano Laura, Fiorella, Elisa, Giorgia) erano stati memorabili. Lei da sola però non me l’ero ancora goduta: ho rimediato e con una delle mie migliori amiche.

Como arena teatro Sociale Festival Como Città della Musica 9 concerto di Gianna Nannini
Una delle mie canzoni preferite è Sogno, colonna sonora del bellissimo film Viola di mare; non è propriamente una hit e infatti non è in repertorio. La scaletta, però, è ricchissima: se Paolo Simoni ha scaldato il pubblico, con America lo stesso pubblico si accende. Gianna commenta: «Che bello tutti già in piedi. Bisogna venire a Como per fare ‘ste cose… Maremma!».

Como arena teatro Sociale Festival Como Città della Musica 9 concerto di Gianna Nannini
Dopo un paio di pezzi la cantante si ferma per ricordare le vittime dell’incidente in Puglia e della strage di Nizza: chiede un minuto di silenzio e le lancette lo scandiscono. Ragazzo dell’Europa, subito dopo, è per loro. L’album è la quarta antologia ufficiale e con esso si celebrano quarant’anni di carriera: i suoi pezzi più celebri (Profumo, Fotoromanza, I maschi, Meravigliosa creatura, Aria, Bello e impossibile – dedicata da tutte le donne presenti ai rispettivi compagni) si alternano ai classici: Ciao amore ciao è da pelle d’oca, Dio è morto non poteva essere più azzeccata in questo momento, L’immensità e Lontano dagli occhi ti riconciliano col mondo.

Como arena teatro Sociale Festival Como Città della Musica 9 concerto di Gianna Nannini
Non mancano gli inediti: Vita nuova è dedicata alla sua nuova identità di mamma della ormai cinquenne Penelope. La piccola è parte dei pezzi, si sente: Gianna Nannini stessa ha dichiarato che Mama è stata quasi scritta da lei nel ventre materno. Il concerto è una continua alternanza di emozioni, di ritmi, di arrangiamenti: Gianna ha un’intesa perfetta con coriste e musicisti, gioca perfino a fare il direttore d’orchestra, prima, e la spadaccina, poi, prendendo in prestito l’archetto ad uno degli violinisti. Un’estate italiana – sulla quale Edoardo Bennato, purtroppo, non si è palesato – coinvolge la platea da cui la rocker senese si congeda dopo un concerto intenso e di gran livello.

Como arena teatro Sociale Festival Como Città della Musica 9 concerto di Gianna Nannini

(Foto di Carlo Pozzoni)

Lascia un commento