Galliano all’alba, Baradello al tramonto intorno al festival

galliano-alle-porte-dellalba-grande-musica-a-villa-del-grumello
0 618

La manifestazione estiva organizzata dal Teatro Sociale Aslico porterà in Arena grandi nomi incrociando arti e stili, dal rock di Gianna Nannini alla musica classica indiana di Trilok Gurtu passando per le colonne sonore di Michael Nyman, la Carmen riletta per Eleonora Abbagnato fino al rap di Salmo (tutto il programma qui). Ma altrettanto imperdibili sono gli appuntamenti Intorno al festival, concerti gratuiti in luoghi sempre differenti, alcuni tutti da scoprire, con almeno un paio di must diventati appuntamenti frequentatissimi dell’estate lariana: l’alba a Villa del Grumello e l’escursione fino alla torre del Baradello. Tutti questi appuntamenti sono gratuiti. Eccoli nel dettaglio.

Il 30 giugno alle 19.15 nel parco di Villa Sucota, in via per Cernobbio 19, Romantico incanto sul prato con il Jaywalkers Trio che esegue musiche di Glinka, Piazzolla e Rota.

Il 3 luglio all’alba (alle 5.30 circa) ecco un appuntamento imperdibile per originalità e per qualità. Echi di tango a colazione con il grande musicista francese Richard Galliano. Virtuoso della fisarmonica e del bandonéon, compositore, spazia in tutti i campi musicali, dalla classica al jazz. Unico fisarmonicista a registrare per la prestigiosa etichetta classica Deusche Grammophon, Galliano ha registrato più di cinquanta album a suo nome e ha lavorato con numerosi artisti di fama mondiale.

Dal tango argentino alla bossa nova sudamericana con la Paixão brasileira di Suite Carioca: saudade in riva al lago in collaborazione con il Conservatorio di Como su musiche di Jobim, Guinga e Machado ai giardini viale Geno il 7 luglio alle 18.30.

T come Turandot è la riduzione dell’opera più fiabesca di Puccini per un pubblico di bambini dai 3 ai 6 anni, nell’ambito del progetto Opera kids scritta da Francesca Marchegiano  con la drammaturgia musicale di Federica Falasconi e la regia di Lisa Capaccioli. Gli interpreti sono Anna Piroli e Gabriele Scarpino accompagnati al pianoforte da Michelangelo Rossi nel parco di Villa Olmo il 9 luglio alle 17.30.

Sarà il chiostro di Sant’Abbondio a ospitare il Quartetto K per un Viaggio sentimentale nel cuore dell’Europa a bordo del San Pietroburgo Express il 12 luglio alle 19. Musiche di Brahms, Dvořák, Lehar e Šostakovič.

Variazioni di note e corpi al tramonto al Monumento ai caduti il 13 luglio alle 19.45 con i due pianoforti e le due danzatrici di Dìade per musiche di Brahms, Copland e Vivaldi.

Infine la presa del Baradello il 14 luglio alle 20.15: One summer day in compagnia del clarinetto di Nadia Bortolamedi e della marimba di Roberto Pangrazzi su pagine di De Falla, Douglas, Hisaishi, Einaudi e Piazzolla. Come sempre è consigliato portare delle torce per illuminare il cammino, soprattutto al ritorno.

Tutti gli aggiornamenti sulla manifestazione al sito www.comofestival.org.

­­­

Lascia un commento